Gb, una mostra con gli abiti di Lady D a 20 anni dalla morte

di Luisa Mosello
Elegante, bella, unica. Un'icona dello stile che lei stessa ha rivoluzionato sconvolgendo il rigido dress-code della famiglia reale. Lady Diana gli abiti li portava come vessilli di una femminilità imprendibile perchè senza pregiudizi. A questi vestiti, i più rappresentativi dell'allure della principessa triste scomparsa vent'anni fa, Londra dedica una mostra da accarezzare con lo sguardo della memoria. Appena inaugurata nel suo Kensington Palace, l'esposizione intitolata “Diana: her fashion story” efortemente voluta dai suoi figli presenta 26 abiti, da quelli più più semplici indossati nelle prime apparizioni pubbliche alle creazioni disegnate dai grandi stilisti per gli eventi di gala.
 
 

Non poteva mancare l'indimenticabile vestito da sposa colore avorio con uno strascico di 7 metri disegnato da David ed Elizabeth Emanuel all’abito di Versace fotografato da Patrick Demarchelier nel 91 per Bazaar Magazine. Dal tailleur rosso fuoco firmato da Catherine Walker all’abito di seta “Gold Falcon” con il disegno dei falchi simbolo dell’Arabia Saudita, in onore al Paese vsitato dalla principessa nell'86.

Fino allo spendido Victor Edelstein in velluto blu notte indossato per un pranzo offerto alla Casa Bianca nell'85 dall'allora Presidente Ronald Reagan. Soprannominato il vestito “Travolta”, perchè immortalato mentre Diana ballava con il re de “La febbre del sabato sera”, è stato venduto all’asta a 250 mila sterline.
La  mostra che sarà visitabile fino alla fine dell'anno dà l'avvio a una serie di iniziative per celebrare il ventennale della morte di Lady D avventa nel tunnel dell’Alma a Parigi il 31 agosto 1997.
Sabato 25 Febbraio 2017 - Ultimo aggiornamento: 15:42

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
  • 9
QUICKMAP