Scontri durante Foggia-Frosinone,
ferito un funzionario della Digos:
arrestati due tifosi pugliesi

Due giovani tifosi del Foggia sono stati arrestati da agenti della Digos della Questura del capoluogo dauno in
relazione ai tafferugli accaduti lo scorso 28 dicembre durante la partita valida per il campionato di serie B contro il Frosinone. Dalle immagini dei circuiti di videosorveglianza è emersa la partecipazione dei giovani agli episodi di violenza. Nella stessa indagine sono state denunciate tre persone a piede libero per violenze nei riguardi della forze di polizia impegnate nei servizi d'ordine. 

In particolare, un gruppo di tifosi del Foggia, poco prima del fischio di inizio dell'incontro, anziché fare ingresso all'interno dello stadio, dopo essersi completamente mascherato con passamontagna, sciarpe e cappucci ed armati di mazze, bastoni, bombe carta, fumogeni e sassi, cercava di raggiungere la zona riservata al passaggio dei tifosi del Frosinone con l' intenzione di entrare in contatto con gli stessi al momento del loro arrivo allo stadio.

In quel frangente, per evitare il contatto tra le tifoserie, sono intervenuti i reparti di rinforzo della Polizia di Stato e dell'Arma dei Carabinieri nei riguardi dei quali il gruppo di facinorosi ha iniziato un fitto lancio di pietre ( alcune delle quali sequestrate e di oltre 1 chilogrammo l'una), bombe carta, bastoni e bengala. In tale frangente un Funzionario della Polizia di Stato in forza alla Digos è stato colpito da una bomba carta che ha provocato ustioni ad una gamba.
Luned├Č 1 Gennaio 2018 - Ultimo aggiornamento: 19:59

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP