Riccardo De Palo
BLOG LAMPI di Riccardo De Palo

Eccezionale scoperta archeologica: antiche monete romane trovate in Giappone

Tracce dell’antico commercio dei romani con l’Oriente sono state trovate in ogni dove, da Israele all’India. Ma la scoperta di monete imperiali (e anche ottomane) tra le rovine di un castello giapponese è veramente eccezionale. Quando l’archeologo Hiroyuki Miyagi lo ha saputo per la prima volta, all’inizio ha pensato a una burla. “Non potevo credere - ha detto alla Cnn - che potessero avere trovato veramente una cosa del genere nel castello di Katsuren, credevo fossero repliche finite lì per caso, magari lasciate da qualche turista”.

Il castello di Katsuren è un sito protetto dall’Unesco e si trova a Okinawa, la provincia più meridionale del Giappone. Le sue rovine vengono esplorate e scavate da tre anni e il team di archeologi ha rinvenuto soltanto recentemente le monete (dieci in tutto).

"Ero stato in altri scavi in Egitto e Italia e ho riconosciuto le monete romane immediatamente”, ha detto l’autore della scoperta, Toshio Tsukamoto. I reperti sono stati sottoposti ai raggi X, per decifrarne meglio le iscrizioni, ed è risultato che, mentre le monete ottomane risalivano al 1687, quelle romane erano molto più antiche: tra il terzo e il quarto secolo dopo Cristo. Tra l’epoca di Diocleziano e quella di Costantino.

Difficile dire da dove provengano. Il castello ha avuto relazioni con la Cina e altri paesi asiatici, tra il quattordicesimo e il quindicesimo secolo. Gli archeologi pensano che la scoperta prova, se non certo l’approdo di antichi romani sul suolo nipponico, il commercio tra quest’area del Giappone e altri Paesi del Sud Est asiatico, da cui potrebbero provenire le monete.

Martedì 27 Settembre 2016, 13:02
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP