Daspo ai calciatori violenti: a Viterbo
il Governo è arrivato secondo

Mercoledì 12 Giugno 2019 di Roberto Avantaggiato
Il Daspo per chi aggredisce gli arbitri. Nel Decreto Sicurezza bis presentato dal Governo,è stata inserita una voce appositamente dedicata al capitolo calcio e ai direttori di gara in particolare. Una notizia che ha fatto esultare il presidente degli arbitri italiani, Marcello Nicchi che con una nota (emessa da quale ufficio, visto che non esiste addetto stampa?) ha espresso soddisfazione per quanto deciso dal Governo.
Il mondo sociale si è subito scatenato per evidenziare che si tratta solo di un cambiamento formale e non sostanziale, in quanto sono stati portati all'attenzione del web casi di Daspo dato a calciatori che avevano aggredito arbitri o si erano resi responsabili di atti di particolare violenza su un campo di calcio. Situazioni che, sia pure senza troppo clamore, sono state registrate anche nel Lazio, con calciatori "daspati" per aver aggredito gli arbitri o anche solo avversari di gioco. A Viterbo, in particolare, è il Prefetto che è arrivato a chiedere l'applicazione del Daspo per quei calciatori che, dopo sentenza emessa dal giudice sportivo, sono stati ritenuti colpevoli di gravi fatti di violenza su un campo di calcio. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Noi, viaggiatori compulsivi con destinazione “ovunque

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma