Morolo: pesante ko in amichevole,
vincino il bomber argentino Gomez

Domenica 12 Agosto 2018 di Emiliano Papillo
Mirko Granieri allenatore del Morolo
Pesante ko in amichevole e brutto passo indietro rispetto all'ottima gara con il Città di Anagni, per il Morolo di mister Mirko Granieri che questa mattina è stato sconfitto 4-1 a Ferentino dai locali di mister Francesco Pippnburg neopromossi in Promozione. Una gara strana quella del Morolo con poca cattiveria agonitica e tanti errori in fase difensiva soprattutto sulla fascia destra. Una squadra comunque ancora in fase di costruzione quella del Morolo che ha assoluto bisogno di un leader carismatico nel reparto arretrato. I lepini avevano ben figurato a Paliano contro il Città di Anagni mentre oggi complice il gran caldo hanno sofferto i ferentinati malgrado la categoria superiore. A parziale scusante del Morolo le assenze di Flori, centrocampista ex Terracina e del difensore Frangella oltre a Tommaso Pazienza a corto di preparazione.
Poca la voglia di parlare a fine gara nel Morolo che dopo il primo tempo era giàsotto di tre reti. Meglio la ripresa anche se ci si aspettava di piu.
«Poche cose positive oggi, siamo corti e giocano troppi giovani» si è limitato a dire mister Mirko Granieri.

«E' stata una partita strana non è stato il Morolo che tutti ci aspettavamo. In difesa malissimo. E' vero è mancata cattiveria e probabilmente manca un leader. Siamo sul mercato, la squadra non è completa, in difesa qualcosa faremo».
Tra i migliori nel Morolo l'attaccante argentino Victor Gomez, 24 anni  ex serie A argentina e del Venezuela che ha sbagliato anche un rigore ma si è mosos benisismo seppur poco assistito. Victor Gomez è ad un passo dai ciociari.

Sul fronte del Ferentino invece tanta soddisfazione per la prestazione.
«Senza tener conto del risultato che in questo momento è la cosa che conta meno- ha spiegato mister Francesco Pippnburg- credo che abbiamo disputato una buona gara in termini di personalità ed idee. Ancora c'è molto da lavorare soprattutto nella fase di non possesso, dove concediamo troppe ripartenze ai nostri avversari. Il Morolo ha avuto molte occasioni, ma considerando che giocavamo contro una squadra organizzata e con buone individualità ci può stare. Ringrazio i ragazzi per la disponibilità che stanno dimostrando, c'è ancora molto da fare e non vedo l'ora di tornare in campo dopo Ferragosto». © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Troppi turisti, meglio misurare qualità ed educazione di chi viene a Roma

di Mauro Evangelisti