Aranova, grossa prova di carattere.
Pari con il Cynthia per la matricola

Domenica 8 Settembre 2019 di Umberto Serenelli
Italiano e Bussi autori dei gol per l'Aranova

Buona la prima per la matricola Aranova che va sotto per due volte contro l’esperta Cynthia ma riesce a recuperare chiudendo il match in parità. In parità anche i legni colpiti e alla fine la divisione della posta perché rispecchia quello che hanno fatto vedere in campo entrambi i collettivi. «Sono soddisfatto della prestazione dell’Aranova – commenta a fine partita il presidente Andrea Schiavi – e il risultato di parità ritengo sia giusto. Vorrei sottolineare la grossa prova di carattere dei miei ragazzi che hanno avuto la forza di recuperare lo svantaggio e per ben due volte. Credo che siamo sulla buona strada». Ai punti i padroni di casa avrebbero meritato qualcosina in più per aver inciso con maggior determinazione nella zona offensiva senza però riuscire a infliggere ai castellani in colpo di grazia.

BOTTA DI LUKAI E RISPOSTA DI BUSSI
Avvio arrembante di rossoblù che si fanno subito vivi in zona tiro con Italiano che non trova lo specchio della porta. Al 10’, il primo brivido per i numerosi accordi sulle gradinate dello stadio “Muracciole” con una conclusione ravvicinata del bomber Italiano che si stampa all’incrocio dei pali. Al quarto d’ora l’attivo Italiano serve lo sgusciante Savarino che lascia partire in un diagonale respinto con scelta di tempo dal portiere Sciarra. Lo scampato pericolo mette le ali al Cynthia che, al 19’, sfiora il vantaggio con Alonge. Al 23’, ci prova Lukai con un tiro senza grosse pretese. Risponde Italiano con un cross in area su cui non giunge puntuale la deviazione di Filippi. Al 27’, azione pericolosa con una girata di testa di Fabiani sul primo palo a cui si oppone Ceccucci con scelta di tempo.  Preludio al gol degli ospiti che arriva al minuto 29 e porta la firma di Lukai che pesca il jolly: il centrocampista dei biancocelesti infatti lascia partire un diagonale dal limite che si infila nell’angolino alto e gela lo stadio di via Galtelli. L’Aranova non ci sta e grazie al caloroso apporto dei fedelissimi si getta in avanti con generosità e, al 32’, riequilibra le sorti. Capolavoro del grintoso Di Maulo che esce con la sfera ai piedi, effettua una serie di slalom nella zona nevralgica e poi smista sulla destra per Bussi il quale entra in area e lascia partire un rasoterra che batte Sciarra in uscita. La reazione degli ospiti è affidata a una beffarda punizione dell’attivo Lukai che colpisce la trasversale. Prima del riposo un fraseggio Bussi-Italiano porta i locali vicino al raddoppio.  

ITALIANO TRASCINA I PADRONI DI CASA
La seconda frazione di gioco vede il Cynthia più concreto in zona offensiva e dagli sviluppi di calcio d’angolo passa a condurre il match. E’ da poco scoccato il 6’ e Silvagni di testa brucia il distratto pacchetto arretrato dell’Aranova.  I rossoblù vacillano e Ceccucci è bravo a intercettare una deviazione area sempre firmata da Silvagni che si ripete, al 13’, ma l’estremo difensore dell’undici di Bernardini non si fa sorprendere.  Lo scampato pericolo scuote i padroni di casa che si proiettano in avanti trascinati dal “panzer” Italiano. Al 18’, infatti, il cannoniere rossoblù fa esplodere gli spalti. Servito al vertice sinistro dell’area di rigore ospite, si destreggia bene tra due avversari e lascia partire una fiondata che gonfia il sacco alle spalle dell’incolpevole Sciarra.  Al 23’, ci prova ma con scarso successo l’esperto Silvagni. Alla mezz’ora, Lukai fa venire i brividi ai tifosi: il numero 10 ospite vede Ceccucci fuori dai pali e da circa 30 metri lascia partire in pallonetto che finisce di poco sul fondo. Al 33’, Rossi imbecca bene Italiano il cui tiro va fuori bersaglio. Il match si trascina sino al fischio finale e il 2 a 2 sembra accontentare entrambi i complessi. «Ho chiuso la scorsa stagione con un gol – precisa Cristiano Bussi – e riapro la nuova con una marcatura importate. Sono dunque soddisfatto. Ora dobbiamo solo crescere e acquisire la giusta mentalità per disputare un buon campionato». Anche il tecnico Emiliano Bernardini è apparso contento della prova e del risultato nella partita che segnava l’esordio nell’Eccellenza. «Abbiamo iniziato con il piede giusto – precisa – e il gruppo ha mostrato tanto carattere riuscendo a reagire alla grande alle due occasioni in cui ha subito i gol».

Ultimo aggiornamento: 21:02


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Gli straordinari delle maestre con gli stracci per pulire l’aula

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma