Delgado sublime, la Vis Artena va:
«Non mi devo prendere rivincite»

Martedì 10 Settembre 2019 di Tiziano Pompili
Il “colpaccio” della seconda giornata della serie D è stato certamente quello della Vis Artena. La squadra di mister Campolo si è imposta per 2-1 in casa del Trastevere: protagonista assoluto è stato uno degli ex dell’incontro, quel Roberto Alfonso Delgado, attaccante spagnolo classe 1986, che nelle ultime due stagioni aveva giocato in Eccellenza con la maglia dell’Unipomezia.
 
«Abbiamo fatto una grande partita – dice lo spagnolo – Nei primi quaranta minuti abbiamo praticamente dominato su un campo difficilissimo e contro un avversario che probabilmente arriverà tra le prime tre del girone, ma siamo riusciti a bloccare le loro principali fonti di gioco vale a dire Capodaglio e Sfanò. Siamo andati in vantaggio presto e poi è arrivato il raddoppio attorno alla mezzora su un calcio di rigore (con precedente cartellino rosso a un giocatore di casa). A fine primo tempo, però, il Trastevere ha trovato il gol dell’1-2 e nella ripresa abbiamo dovuto soffrire per mantenere il vantaggio. Ma alla fine sono arrivati tre punti importantissimi. La mia doppietta? Non c’era nessun veleno nei confronti di una società dove mi sono trovato molto bene».
 
Delgado ha giocato nel tridente d’attacco “leggero” della Vis Artena con Pagliaroli e D’Alessandris e con Prandelli subentrato nel corso della ripresa: lo spagnolo sembra essere uno dei leader della squadra rossoverde. «Sento la fiducia di questo club e di tutto l’ambiente, ma non devo prendermi rivincite su nessuno. Voglio solo cercare di fare il massimo per una società che è stata strepitosa dopo la sconfitta del primo turno contro la Turris, restando vicino al gruppo e continuando a credere nelle sue capacità. Obiettivi? Siamo una squadra valida, ma dobbiamo pensare solo alle prossime partite».


© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Gli straordinari delle maestre con gli stracci per pulire l’aula

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma