Tattoo e cibo, la cena dei sensi è sulla pelle

Martedì 30 Ottobre 2018 di Marco Lombardi

Se la schiena di una modella diventa la carta di un ristorante su cui poter leggere la descrizione dettagliata di un piatto, allora si potrà assaggiare quel piatto da bendati, rinunciando al senso della vista che normalmente funge da controllore dell’esperienza degustativa. È stato questo il cuore di Butterfly Effect, l’evento multisensoriale che si è tenuto domenica sera presso Linea, lo spazio eventi del Museo Maxxi, alla presenza di numerosi invitati provenienti dal jet set romano. 
 

 

Ultimo aggiornamento: 09:43 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Viaggiare da soli? “Un sacco bello”. Anche senza andare in Polonia

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma