Frontale tra moto all'uscita dal tornante: morti all'istante padre e figlia di 11 anni. Fiori sull'asfalto della tragedia

Lunedì 1 Giugno 2020
Filippo Bonin con la figlia Gloria

VICENZA - È di due morti, un uomo e una donna, padre e figlia, il bilancio di un incidente stradale avvenuto nel pomeriggio di lunedì 1 giugno nel Vicentino, sulla provinciale Cadorna che porta a Cima Grappa, nel comune di Romano d'Ezzelino, all'altezza dell'ottavo tornante, poco dopo l'abitato di Costalunga. Le vittime sono Filippo Bonin, di 48 anni, e la figlia Gloria, di 11 anni.

Per cause in corso di accertamento da parte dei carabinieri di Bassano del Grappa, all'uscita di una semicurva si sono scontrate frontalmente due moto di grossa cilindrata. Per i padre e per la figlia, passeggera, che viaggiava con lui, non c'è stato nulla da fare, sono morti all'istante. Entrambe le vittime abitavano a Malo. Inutile l'intervento dei sanitari del 118, giunti sul posto con due ambulanze arrivate da Bassano del Grappa e da Crespano del Grappa (Treviso).

Per garantire un intervento più veloce si è alzato in volo anche un elicottero di Treviso Emergenza, poi fatto rientrare alla base. Solo lievi ferite l'uomo che era alla guida dell'altra moto. L'arteria è rimasta chiusa per alcune ore per consentire i rilievi e per la rimozione delle salme. 
 

 

Le foto che pubblichiamo sono di Michele Bittante, che la ha postate sui social, nel gruppo fb "Amo il monte Grappa e dintorni....", con questo commento: «Questo il luogo preciso dell'impatto, al "Pian dei Noseari". Noi eravamo lì appena successo, con i ragazzi a terra... La semicurva è di sicuro pericolosa ma devono essersi toccati col manubrio più che scontrati. Una delle due moto era una 800, la ragazza sembrava molto giovane e da subito entrambi non davano segni di vita. Dopo che alcuni passanti si sono presi cura delle persone a terra facendo la respirazione bocca a bocca, sono salito a Ponte S. Lorenzo a deviare il traffico in discesa verso la traversa di Campeggia per Campo Croce. Quasi un centinaio di auto in un'ora. R.I.P. Motociclisti e automobilisti andate piano sul Grappa, ci sono molte curve bastarde che vengono spesso prese larghe in entrambi i sensi di marcia a causa della velocità inadeguata. Sicuramente anche in questo caso è successo così». Bittante ha anche pietosamente posato dei fiori sul luogo dell'impatto: «R.I.P. Filippo e Gloria. Ho messo dei fiori sul posto - ha scritto - e pregato. Non fermatevi in auto o in moto. Io ho parcheggiato 1 km. dopo i fiori, ma è pericolosissimo! Ho camminato sui 30 cm. di strada tra guardrail e linea di bordo strada e le macchine mi sfioravano. State attentissimi!».
Nelle foto di Bittante anche l'asfalto con i segni in gesso bianco dei tristi rilevi effettuati dalle forze dell'ordine sulle moto a terra.

 

Ultimo aggiornamento: 3 Giugno, 18:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA