Malattia fulminante, addio a Tonetto: il presidente volontario che amava gli ultimi e il Madagascar

Aldo Tonetto
di Annalisa Fregonese
3 Minuti di Lettura
Giovedì 13 Gennaio 2022, 10:18 - Ultimo aggiornamento: 12:49

ODERZO - Profondo cordoglio nell'opitergino per la morte di Aldo Tonetto, 68 anni, presidente dell'associazione Amici di padre Bruno for Madagascar che annovera decine di associati e simpatizzanti in tutto il Veneto.
Aldo Tonetto era sofferente da diversi mesi ma, nonostante accurate indagini, non si giungeva ad una diagnosi certa. L'uomo si era fatto ben tre mesi d'ospedale, con esami di tutti i tipi. «Soltanto a dicembre - dice il figlio Luigi - è stato individuato un linfoma cerebrale, peraltro assai anomalo. Le cure sono state intensificate, ma la malattia si è diffusa rapidamente. Visto lo stato delle cose, e considerato l'aggravarsi della pandemia, con mia mamma abbiamo deciso di portare papà a casa. Altrimenti mamma l'avrebbe potuto vedere solo una volta alla settimana». Nella sua abitazione l'uomo stava reagendo bene alle cure, anzi negli ultimi giorni sembrava essere persino migliorato, invece c'è stato il tracollo con la morte sopraggiunta fra le mura domestiche.

PER ANNI ALL'USL
Aldo Tonetto era volto ben conosciuto in città e in tutta la galassia del volontariato intorno alla missione di padre Bruno Dall'Acqua in Madagascar. Per 38 anni aveva lavorato all'Usl, nel settore del servizio igiene e veterinario che lo portava ad avere contatti con tante persone. Già durante l'età lavorativa si dedicava al volontariato in parrocchia.

LA PASSIONE
Aveva una profonda passione per le escursioni, tanto che aveva percorso diverse volte il cammino di Santiago de Compostela. Per caso si era avvicinato al Madagascar. Era accaduto quando il gelataio Mario De Gol, dovendo cambiare l'arredamento della sua gelateria, aveva deciso di mandare i banconi dismessi in Madagascar dove poi è stata aperta una gelateria ed aveva chiesto aiuto a Tonetto.

IL LEGAME
Tonetto aveva così compiuto un primo viaggio in Madagascar e l'amore per il paese africano era nato in lui e non l'aveva più lasciato.
Da diversi anni ormai si recava alla missione di padre Bruno per aiutare nelle iniziative più svariate. Fra i suoi principali impegni l'aiuto alla realizzazione del grande ospedale regionale Giovanni Paolo I.
Durante l'anno in Italia, ante Covid, era in prima linea nell'organizzazione delle grandi feste benefiche per la raccolta di fondi, nel carico dei container.

IL RICORDO
«Oggi vogliamo pensare ai sentimenti più veri e sinceri, quelli che fanno fare cose grandi ha scritto l'associazione Amici di padre Bruno nel suo profilo -. Grazie Aldo per il pezzo di strada percorso insieme. Arrivederci presidente, vola leggero». Il funerale avrà luogo oggi, alle 14.30 a Colfrancui. Aldo Tonetto lascia la moglie Paola, i figli Antonella e Luigi, la nipote Elena.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA