Napoli, cade e muore mentre puliva il lucernario: «L'ambulanza sul posto in nove minuti»

Martedì 10 Luglio 2018
La richiesta di soccorso al 118 per Salvatore - il ragazzo di 21 anni morto in seguito a una rovinosa caduta dal quarto piano di un palazzo di Via Duomo, mentre puliva un lucernario – è giunta alla centrale operativa del 118 alle 13,44. Alle 13,46, meno di due minuti dopo, è terminata l’intervista telefonica ai richiedenti soccorso per capire la gravità della situazione e inviare l’ambulanza che è partita  pochi secondi dopo. Ad accorrere la postazione San Gennaro. Alle 13,55 è accorsa anche quella degli Incurabili dirottata da via Marina da un ragazzo su uno scooter e poi giunta sul posto circa un minuto dopo, alle 13,55,55.

«Dalla fine dell’intervista all’arrivo sul posto – avverte il responsabile della centrale operativa del 118 Giuseppe Galano – sono passati circa 11 minuti. La postazione San Gennaro è stata fermata cvisto che era arrivata sul posto quella degli incurabili. Fanno fede le schede di centrale che nonb sono modificabili. Purtroppo i gravi traumi procurati da una caduta così rovinosa e da una tale altezza hanno lasciato poso scampo a questo sfortunato ragazzo. Se ci fosse stata qualche possibilità di salvarlo visti i rapidi tempi di intervento l’avremmo sfruttata. Dispiace per il giovane e per i suoi familiari a cui va il nostro pensiero e il sentimento di cordoglio».          © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Le case sequestrate ai Casamonica, tra fiction e realtà

Colloquio di Alvaro Moretti e Ernesto Menicucci