Piazza Affari svetta sull'Europa

Giovedì 12 Aprile 2018
(Teleborsa) - Piazza Affari chiude la giornata all'insegna degli acquisti facendo anche meglio delle borse europee. Dopo la prima parte della seduta in ostaggio della cautela, gli investitori si sono tranquillizzate dopo le ultime dichiarazioni del Presidente USA Donald Trump. E' bastato infatti un tweet del tycoon per far tornare il sereno sui mercati.

Il Presidente USA non ha fornito tempistiche su un attacco in Siria. "Potrebbe accadere molto presto o non così presto!", queste le parole dell'inquilino della Casa Bianca che hanno fatto risalire i mercati da questa e dall'altra parte dell'oceano con la borsa di New York, che vede lo S&P-500 in rialzo dello 0,92%.

Seduta in frazionale ribasso per l'Euro / Dollaro USA che lascia, per ora, sul parterre lo 0,42%. Vendite diffuse sull'oro, che continua la giornata a 1.336,7 dollari l'oncia. Prevale la cautela sul mercato petrolifero, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che continua la seduta con un leggero calo dello 0,46%.

Tra i mercati del Vecchio Continente buoni spunti su Francoforte che mostra un ampio vantaggio dello 0,98%, nulla di fatto per Londra che chiude sulla parità. Frazionali i rialzi di Parigi che registra un aumento dello 0,59%.

A Piazza Affari, il FTSE MIB ha terminato la giornata con un aumento dell'1,27%, a 23.305 punti. Sulla stessa linea, performance positiva per il FTSE Italia All-Share che termina la giornata in aumento dell'1,18%.

Apprezzabile rialzo a Milano per i comparti Tecnologico (+4,06%), Viaggi e intrattenimento (+2,54%) e Servizi per la finanza (+1,87%). Il settore Chimico, con il suo -0,95%, si attesta come peggiore del mercato.

Tra i best performers di Milano, in evidenza STMicroelectronics (+4,93%), Unipol (+2,73%), CNH Industrial (+2,42%) e Unicredit (+2,41%), nel giorno dell'assemblea degli azionisti. Su di giri Saipem (+1,44%) su una possibile commessa in Uganda.



La peggiore è stata Fineco che chiude in ribasso frazionale.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Juventus (+3,04%) nonostante l'eliminazione dalla Champions League dopo la partita con il Real Madrid , Banca Farmafactoring (+3,29%), Anima Holding (+3,24%) e El.En (+1,94%).

Exploit per Banca Carige (+3,75%) che guarda ai movimenti del finanziere Mincione.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Datalogic che chiude le contrattazioni con un -4,29%. Technogym perde lo 0,90%.

Sul resto del listino vola Snaitech (+14,58%), dopo che Playtech ha acquisito la maggioranza annunciando un'OPA e poi il delisting.







© RIPRODUZIONE RISERVATA