Non solo E-PRIX... l'auto elettrica ingrana la marcia

Giovedì 12 Aprile 2018
(Teleborsa) -

Il 2017 è stato un anno record per le auto elettriche in Italia: ne sono state immatricolate 1.898, il 38% in più rispetto al 2016. E per le vetture ibride benzina-elettrico la crescita ha toccato addirittura il 62,6%, con 61.252 nuove immatricolazioni.

A certificare gli exploit dei motori alternativi e l'interesse degli italiani per la mobilità sostenibile è un rapporto di Confartigianato, presentato oggi a Roma in occasione del Premio Confartigianato Motori Formula E, durante il quale la Confederazione ha premiato piloti, team e manager della Formula E-Prix di Roma che si disputerà il 14 aprile nella Capitale.

I motori elettrici sono la nuova frontiera sulla quale si misura l'innovazione tecnologica delle officine 4.0. Secondo la rilevazione di Confartigianato, sulle strade italiane circolano 185.052 vetture ibride ed elettriche, di cui 7.560 elettriche.

In testa nella classifica regionale per la maggiore diffusione di questi veicoli è la Lombardia (53.924 ibride ed elettriche di cui 1.542 elettriche), seguita dal Lazio (25.418 ibride ed elettriche di cui 1.079 elettriche) e dall'Emilia-Romagna (21.438 ibride ed elettriche di cui 596 elettriche). Ma la maggiore propensione ai veicoli green si registra in Trentino-Alto Adige con 1.001 auto ibride/elettriche ogni 100.000 vetture circolanti.

Aumentano anche le colonnine di ricarica per le e-cars: in totale sono 1.199 e il loro numero è cresciuto del 23,5% in un anno.

La recente crescita delle immatricolazioni delle auto elettriche si inserisce in un contesto che vede comunque l'Italia in ritardo nell'UE: l'ultimo confronto vede, infatti, primeggiare la Francia e l'Italia è al terzultimo posto superando solo Croazia e Cipro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Gli strapperei le braccia»: Dessì e la cura al malaffare

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma