Green Economy, il porto di Venezia si racconta come fabbrica di sostenibilità del Nordest

Lunedì 27 Febbraio 2017
(Teleborsa) - Giunta alla sesta edizione, la Green Week 2017, si apre al porto di Venezia, una grande fabbrica dove l'industria si connette alla logistica e alla portualità: oltre 1300 imprese, 16000 lavoratori, 2000 ettari, 25 milioni di tonnellate di merci movimentate ogni anno. La giornata inaugurale della Green Week, prevista domani 28 Febbraio, si svolge nell'area del porto passeggeri, esempio di grande riconversione dal 2000 a oggi, e si articola in 2 momenti. Uno outdoor con un tour tecnico nell'area di circa 50 ettari – la Marittima – che consente di visitare in modo diretto siti oggetto di riconversione/bonifica e soluzioni innovative adottate nello scalo passeggeri, tra cui sistemi e impianti per il trattamento delle acque meteoriche. Segue un incontro indoor (Terminal 103), per illustrare i principali interventi in materia ambientale, le nuove prospettive in merito alla sostenibilità delle attività portuali legata all'alimentazione dei motori marini con GNL, le soluzioni in uso per la movimentazione di persone e bagagli volte alla riduzione di consumi energetici. Il Porto di Venezia ha fatto proprio da tempo il binomio sviluppo-sostenibilità. Solo negli ultimi 10 anni l'Autorità Portuale ha investito circa 300 milioni di Euro per la tutela ambientale ottenendo risultati concreti nelle bonifiche dei suoli (oltre 48 ettari le aree portuali già bonificate e altri 67 ettari in fase di bonifica) e dei canali portuali (con la rimozione di 8 milioni di mc di sedimenti), nel risparmio energetico e nella tutela di aria e acqua. © RIPRODUZIONE RISERVATA