Il tratto d'Europa: la satira dei vignettisti del Vecchio Continente in mostra al Macro Testaccio di Roma

Martedì 1 Ottobre 2013 di Filippo Bernardi

Presente e futuro del Vecchio Continente attraverso il racconto dei vignettisti satirici. Da mercoledì 2 a venerdì 4 ottobre i suggestivi spazi de La Pelanda – Centro di Produzione Culturale (al museo Macro Testaccio di Roma) ospitano la mostra "Il tratto d’Europa", curata dagli studenti della terza edizione del Master in “Management delle Risorse Artistiche e Culturali” (MaRAC), promosso dalla Fondazione Roma e dalla Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM.

La satira è protagonista, attraverso lo sguardo di numerosi vignettisti che collaborano stabilmente con alcune tra le maggiori testate europee. Molteplici le tematiche affrontate: dalla crisi allo squilibrio economico e sociale fra gli Stati dell’Unione, dall’immigrazione ai diritti civili, dal dibattito sull’ingresso di nuovi Paesi al rapporto con le grandi potenze quali Stati Uniti e Cina. L’obiettivo è indagare i temi dell’attualità attraverso lo strumento irriverente della vignetta, con cui i disegnatori, al di là dell’apparente leggerezza, offrono un’analisi disincantata della realtà. Perché, come dimostra l’esposizione, non c’è solo da ridere, ma anche molto su cui riflettere.

Tra i vignettisti di cui saranno esposte le opere c'è anche Mikhail Zlatkovsky, disegnatore russo da sempre impegnato nella denuncia dei tratti autoritaristici della Russia di Putin: «Oggi, in Russia, il vignettista è estraneo alle elezioni. […]La mancanza di vignette di satira politica sui media è uno dei segnali principali dell’esistenza di un sistema totalitario».

IL PROGRAMMA

Mercoledì 2 ottobre 2013 ore 17.30 inaugurazione; a seguire la tavola rotonda “Non ci resta che ridere. Vignettisti, autori, esperti raccontano la satira”, moderata da Luca Raffaelli con la partecipazione di Lucio Trojano, Marco De Angelis e Francesca Fornario.

Giovedì 3 ottobre 2013 - 18:30, “Quando l'arte ci sfugge”, incontro con la scrittrice Jakuta Alikavazovic. La vincitrice del Premio Salerno Libro d'Europa con La bionda e il bunker racconterà i suoi legami con il mondo della satira e della politica; alle 21, invece, appuntamento con la performance teatrale “Ritratteggiando l'Europa. Muri ai confini delle dodici stelle”, grazie alla collaborazione con il progetto Il ratto d'Europa, promosso dall’Associazione Teatro di Roma e da Emilia Romagna Teatro Fondazione. Tutti gli eventi in programma, così come la mostra, sono a ingresso gratuito.

Il percorso espositivo è stato curato dagli studenti del MaRAC

INDIRIZZO

La Pelanda – Centro di Produzione Culturale

Piazza Orazio Giustiniani 4, 00153 Roma

Orario: 16.00-23.00

Ingresso gratuito

CONTATTI

www.iltrattodeuropa.it

www.facebook.com/trattodeuropa

tel. 06 87462852

Ultimo aggiornamento: 5 Ottobre, 09:31