Ryder Cup 2022, iniziano i lavori al Marco Simone. Malagò: «Certificata la credibilità del progetto»

Partono i lavori al Marco Simone Golf Club, entra nel vivo la marcia di avvicinamento alla Ryder Cup 2022. La trasformazione di quella che sarà la sede del grande evento golfistico in programma a Roma è stata avviata con tutti gli esperti che hanno iniziato la prima fase del progetto per la costruzione di un sito all'avanguardia per essere la prossima sede europea della Ryder. Con il coordinamento della European Golf Design, in collaborazione con Tom Fazio II (figlio dell'architetto Jim Fazio che ha disegnato il percorso originale del Marco Simone Golf Club), verrà realizzato un nuovo percorso di gioco. Il progetto prevede la costruzione di nuove strade interne, laghi, percorsi per i cart e sistemi di irrigazione nell'ambito del nuovo design del Marco Simone, in modo da garantire le ampie tribune e le strutture di ospitalità richieste per poter accogliere i 50.000 spettatori previsti al giorno per la Ryder Cup 2022. «L'inizio dei lavori al Marco Simone Golf & Country Club certifica la forza e le credibilità di un progetto che inorgoglisce lo sport italiano - le parole del presidente del Coni, Giovanni Malagò -. La Ryder Cup è semplicemente il golf, vuol dire storia, tradizione e fascino».

Lavinia Biagiotti Cigna, Presidente del Marco Simone Golf & Country Club, ha affermato: «Siamo onorati di poter ospitare una edizione »epica« della Ryder Cup. Siamo entusiasti di poter condividere la nostra passione ed aprire le nostre porte a tutti i giocatori professionisti e dilettanti ed a tutti i fan che desiderano partecipare alla trasformazione spettacolare che sta avvenendo. Stiamo lavorando per lasciare una grande »eredità« alla prossima generazione di golfisti! Ringrazio mia madre Laura e mio padre Gianni che hanno avuto la visione di creare il Marco Simone». Keith Pelley, Chief Executive dello European Tour, ha commentato: «Ryder Cup Europe è naturalmente felice di assistere all'avvio dei lavori al Marco Simone e ci congratuliamo per gli infiniti sforzi di Lavinia Biagiotti e della sua compianta mamma Laura, della Federazione Italiana Golf tramite il suo Presidente Franco Chimenti e il Direttore Generale della Ryder Cup Gian Paolo Montali; tutti sono stati fondamentali per l'avvio di questo grande progetto. Siamo fiduciosi che il Marco Simone Golf Club sarà una sede meravigliosa per la prima edizione italiana della Ryder Cup».

Leggi l'articolo completo
su Il Messaggero
Outbrain
Decreto sicurezza, 19 dissidenti M5S al capogruppo alla Camera: «Cambiare il testo»
Inceneritori, Di Maio: «Roba vintage» Salvini: «Paese non torna indietro»
Renault-Nissan il presidente Ghosn arrestato. La società: «Verrà licenziato» Titoli a picco
Leda e il Cigno, la nuova meraviglia di Pompei è a "luci rosse"
Allarme incidenti: arriva il tutor nella galleria Giovanni XXIII