Periferie, Anci: «Intesa con il Governo, i fondi sono salvi: saranno stanziati in tre anni»

«Abbiamo una soluzione, il principio è salvo, i fondi sono tutti salvi. Nel prossimo decreto del governo, la prossima settimana, saranno stanziati i fondi nell'arco di un triennio, sulla base delle effettive necessità dei Comuni». Lo dice Antonio Decaro, presidente Anci, all'uscita da Palazzo Chigi. «Evidentemente è una mediazione, ma siamo partiti dalla decurtazione di 1,6 miliardi. Per alcuni non è la soluzione che volevamo ma abbiamo preso una decisione tutti insieme», aggiunge.

«Attraverso la conferenza unificata cercheremo di recuperare quegli 800 milioni che sono oggetto di una sentenza della Corte costituzionale. Saniamo l'incostituzionalità di quell'articolo 1 comma 140 che finanziava per la metà il bando per le periferie. Contemporaneamente con il prossimo decreto del governo recuperiamo la norma originaria dando la possibilità a tutti i Comuni di procedere con la progettazione», spiega il sindaco di Bari e presidente Anci Antonio Decaro. «Non tutti realizzeranno i progetti l'anno prossimo: le risorse saranno assegnate sulla base delle effettive necessità», afferma.

Leggi l'articolo completo
su Il Messaggero
Outbrain
Morto a 95 anni Stan Lee, papà dei supereroi Marvel: creò Spiderman e i Fantastici 4
Quota 100, assegno ridotto da 5 a 30%
Vaccini, è allarme coperture: «Solo il Lazio supera il 95%»
Ikea licenzia mamma con figlio disabile: giudice dà ragione al colosso svedese
Stefano Cucchi, il film proiettato alla Camera. Salvini punge Fico: «Io non ho tempo per il cinema»