La fontana e il Mosé «arcibruttissimo»

Il romano Costantino Maes (1839 - 1910) era uno di quegli eruditi di cui si è perduto lo stampo. Ha lavorato nelle biblioteche Alessandrina, Nazionale, Vallicelliana ed Angelica; ha insegnato al Liceo Visconti. Già nel 1897 (ma invano) aveva presentato un progetto per recuperare le Navi di Nemi: quelle volute da Caligola, colate a picco nel lago su ordine del Senato. Ci ha lasciato tre tomi di Curiosità romane, editi nel 1855: mini aneddoti sulla città, scritti con un grande sapere e bagaglio culturale. Uno stile...

Leggi l'articolo completo su Il Messaggero
Outbrain
Trincea sul deficit e ritocchi Iva
Flat-tax sui redditi alti, non solo Ronaldo: sempre più “paperoni” scelgono l’Italia
Moavero: «Giovane trattenuta in Pakistan, sta rientrando in Italia»
Figli uccisi a Rebibbia, la mamma: «Ora sono liberi»
Auto travolge passanti a San Pietro: 5 feriti, 3 sono bambini