Spese pazze Regione Lombardia, 52 condanne. Anche capogruppo Lega al Senato, Bossi jr e Nicole Minetti

Condannati con pene da un anno e 5 mesi fino a 4 anni e 8 mesi 52 dei 57 imputati nel processo sulla cosiddetta 'Rimborsopoli' in Regione Lombardia. Sono tutti ex consiglieri ed ex assessori in Regione Lombardia tranne uno.

LEGGI ANCHE Nicole Minetti, nuova vita: l'ex igenista dentale vende creme rassodanti VIDEO

Due anni e sei mesi a Renzo Bossi, figlio di Umberto Bossi detto il Trota, e un anno e 8 mesi all'ex igienista dentale di Silvio Berlusconi Nicole Minetti. I due sono stati ex consiglieri della Lega e del Pdl. Stefano Maullu, attualmente europarlamentare di Forza Italia, è stato condannato a una pena di 1 anno e 6 mesi, e Alessandro Colucci, deputato del gruppo misto, a 2 anni e 2 mesi. La pena più alta di 4 anni e 8 mesi per Stefano Galli, ex capogruppo della Lega in Regione. Assolti o prescritti invece 5 ex consiglieri.
 
Il Tribunale di Milano ha poi condannato a un anno e 8 mesi a Massimiliano Romeo, attuale capogruppo della Lega in Senato. Un anno e 6 mesi ad Angelo Ciocca, attualmente eurodeputato del Carroccio. Per entrambi la pena è sospesa ed è stata decisa la non menzione. A Romeo la Procura ha contestato presunte spese indebite spalmate nell'arco di 4 anni per quasi 30 mila euro, denaro speso in molti casi per pranzi e cene. I giudici, nel condannarlo a 1 anno e 8 mesi, sei mesi in meno rispetto alla richiesta del pm Paolo Filippini, con pena sospesa e non menzione, hanno considerato le attenuanti generiche dovute al fatto che ha già risarcito la Regione Lombardia. Per Ciocca la richiesta di condanna era stata di un anno e 10 mesi. La requisitoria del pubblico ministero si era tenuta quasi due anni fa, cioè nel marzo 2017.

Leggi l'articolo completo
su Il Messaggero
Outbrain
«Onore a Mussolini». Striscione di ultrà laziali e interisti a Milano alla vigilia del 25 aprile
Siri, deciderà Conte: presto l'incontro Salvini: nessuno ci accosti alla mafia
De Vito, lettera dal carcere a Raggi: «Non mi dimetto, chiedo giustizia»
Morta suicida Eleonora Rioda
Boy scout, esplode lo scandalo abusi: «Dodicimila vittime di molestie»