Quarantena, le nuove regole per scuola, asintomatici, booster e contatti a basso rischio

Quarantene, cosa sapere: positivi, asintomatici, booster, contatti a basso rischio. Le nuove regole
Uscire dalle quarantene più snelle e con meno burocrazia, se sei positivo, ma asintomatico e hai ricevuto la dose booster. Mentre Governo e Regioni discutono...

Accedi all'articolo e a tutti i contenuti del sito
con l'app dedicata, le newsletter, i podcast e gli aggiornamenti live.

2 ANNI
159,98€
40€
Per 2 anni
ATTIVA SUBITO
OFFERTA FLASH
ANNUALE
79,99€
19€
Per 1 anno
ATTIVA SUBITO
 
MENSILE
6,99€
1€ AL MESE
Per 6 mesi
ATTIVA SUBITO
2 ANNI
159,98€
29€
Per 2 anni
ATTIVA SUBITO
OFFERTA FLASH
ANNUALE
79,99€
11,99€
Per 1 anno
ATTIVA SUBITO
 
MENSILE
6,99€
2€ AL MESE
Per 12 mesi
ATTIVA SUBITO

- oppure -

Sottoscrivi l'abbonamento pagando con Google

Tutta l'informazione in un click:
il sito ilmessaggero.it,
l'app dedicata, le newsletter, i podcast
e gli aggiornamenti live

OFFERTA SPECIALE

9,99 € per 1 ANNO

Promo valida oggi per chi paga tramite Google

oppure 1€ al mese per 6 mesi

Uscire dalle quarantene più snelle e con meno burocrazia, se sei positivo, ma asintomatico e hai ricevuto la dose booster. Mentre Governo e Regioni discutono sulla possibilità di ridurre a 5 giorni la quarantena per chi è positivo al Covid e non ha sintomi (con l’abolizione anche dell’obbligo di fare un tampone alla fine dei cinque giorni), vediamo quali sono al momento tutte le regole da seguire.

Quarantena, cosa fare in casa? Podcast, grammatica, lavoretti, serie: la guida per non sprecare tempo

PER I POSITIVI, VACCINATI E NON VACCINATI 

Asintomatici: 10 giorni di quarantena dal tampone positivo, e dopo 10 giorni tampone, anche rapido. Se negativo, termina la quarantena
Sintomatici: 10 giorni di quarantena dalla comparsa dei primi sintomi, e tampone 3 giorni dopo la scomparsa dei sintomi. Anche in questo caso vale il tampone rapido in farmacia o nei centri privati
Con ciclo vaccinale completo (due dosi da meno di 120 giorni, o con terza dose booster): quarantena ridotta da 10 a 7 giorni, purché siano sempre stati asintomatici, o risultino asintomatici da almeno 3 giorni e alla condizione che, al termine di questo periodo, risulti eseguito un test molecolare o antigenico con risultato negativo.

Scuola, Costa: «In classe tutti i vaccinati. Su Italia a colori va fatta riflessione e il bollettino è destinato a cambiare»

PER I CONTATTI STRETTI AD ALTO RISCHIO

Il contatto stretto (ad alto rischio) di un caso probabile o confermato è definito come: una persona che vive nella stessa casa di un caso Covid; oppure una persona che ha avuto un contatto fisico diretto con un caso positivo (per esempio la stretta di mano); una persona che ha avuto un contatto diretto non protetto con le secrezioni di un caso positivo (ad esempio toccare a mani nude fazzoletti di carta usati);  una persona che si è trovata in un ambiente chiuso (ad esempio aula, sala riunioni, sala d’attesa dell’ospedale) con un caso Covid; 
un operatore sanitario o altra persona che fornisce assistenza diretta ad un caso positivo oppure personale di laboratorio addetto alla manipolazione di campioni di un caso positivo senza l’impiego dei DPI raccomandati: 
una persona che ha viaggiato seduta in treno, aereo o qualsiasi altro mezzo di trasporto entro 2 posti in qualsiasi direzione rispetto a un caso positivo; sono contatti stretti anche i compagni di viaggio e il personale addetto alla sezione dell’aereo/treno dove il caso indice era seduto. Se si ha avuto un contatto stretto con un positivo queste le disposizioni a seconda dei casi.

Con ciclo vaccinale completo: non si applica la quarantena ma solo l’autosorveglianza, che consiste nell’obbligo di indossare mascherine respiratorie di tipo Ffp2 per almeno 10 giorni dall’ultima esposizione al contatto con il positivo. Il periodo di autosorveglianza termina al giorno 5. E’ prevista l’effettuazione di un test antigenico rapido o molecolare nel caso della comparsa di sintomi e, se ancora sintomatici, al 5° giorno successivo alla data dell’ultimo contatto stretto con soggetti confermati positivi
vaccinati con 2 dosi da più di 4 mesi e che abbiano tuttora in corso di validità il green pass, se asintomatici: la quarantena ha durata di 5 giorni, purché al termine di tale periodo risulti eseguito un test molecolare o antigenico con risultato negativo;
non vaccinati o che non abbiano completato il ciclo vaccinale primario (es. che abbiano ricevuto una sola dose di vaccino delle due previste) o che abbiano completato il ciclo vaccinale primario da meno di 14 giorni: 10 giorni di quarantena dall’ultimo contatto con la persone positiva, con tampone finale negativo.

QUARANTENA PER CONTATTI A BASSO RISCHIO

Per contatto a basso rischio,  si intende una  che ha avuto un contatto diretto (faccia a faccia) con un caso positivo Covid, a una distanza inferiore ai 2 metri ma per meno di 15 minuti; una persona che si è trovata in un ambiente chiuso (ad esempio aula, sala riunioni, sala d’attesa dell’ospedale) o che ha viaggiato con un caso Covid per meno di 15 minuti; tutti i passeggeri e l’equipaggio di un volo in cui era presente un caso positivo, ad eccezione dei passeggeri seduti entro 2 posti in qualsiasi direzione rispetto al caso Covid, dei compagni di viaggio e del personale addetto alla sezione dell’aereo/treno dove il caso indice era seduto, che restano classificati contatti ad alto rischio; un operatore sanitario o altra persona che fornisce assistenza diretta ad un caso positivo, oppure personale di laboratorio addetto alla manipolazione di campioni di un caso positivo, provvisto di DPI (dispositivi di protezione individuale) raccomandati.

Per i contatti a basso rischio, qualora abbiano indossato sempre le mascherine chirurgiche o FFP2, non è necessaria quarantena ma dovranno essere mantenute le comuni precauzioni igienico-sanitarie. Se non è stato possibile garantire l’uso della mascherina, anche queste persone devono sottostare all’autosorveglianza.

NELLE SCUOLE

Per la gestione della quarantena a scuola dopo il decreto anti Covid del 5 gennaio, entrato in vigore l’8 gennaio, il ministero dell’Istruzione ha inviato alle scuole una nota con le indicazioni per l’applicazione di tutte le nuove misure. 

SCUOLA DELL’INFANZIA

In presenza di un caso di positività per i bambini appartenenti alla stessa sezione/gruppo del caso positivo si prevede: sospensione dell' attività didattica per 10 giorni; quarantena della durata di 10 giorni con test di uscita – tampone molecolare o antigenico con risultato negativo

SCUOLA PRIMARIA

In presenza di un solo caso di positività per gli allievi frequentanti la stessa classe del caso positivo si prevede: attività didattica in presenza. Si raccomanda di consumare il pasto ad una distanza interpersonale di almeno 2 metri sorveglianza con test antigenico rapido o molecolare da svolgersi prima possibile (T0) dal momento in cui si è stati informati del caso di positività e da ripetersi dopo cinque giorni (T5) In merito all’esito dei tamponi si precisa che se il risultato del tampone T0 è negativo si può rientrare a scuola. Se invece è positivo, è necessario informare il Dipartimento di Prevenzione (DdP) e il medico o il pediatra (MMG/PLS) e non si rientra a scuola. Analogamente, per il tampone T5 se il risultato è positivo.

 In presenza di almeno due casi positivi: sospesa l’attività in presenza, si applica la didattica a distanza per la durata di dieci giorni con test di uscita – tampone molecolare o antigenico – con risultato negativo

SCUOLE MEDIE E SUPERIORI

In presenza di un caso di positività: per gli allievi frequentanti la stessa classe del caso positivo si prevede: attività didattica in presenza, con l’obbligo di indossare mascherine FFP2 per almeno 10 giorni; si raccomanda di non consumare pasti a scuola a meno che non possa essere mantenuta una distanza interpersonale di almeno due metri.

In presenza di due casi positivi nella classe, le misure previste sono diverse in base allo stato vaccinale. A) per gli alunni che non abbiano concluso il ciclo vaccinale primario o che lo abbiano concluso da più di 120 giorni, che siano guariti da più di 120 giorni e ai quali non sia stata somministrata la dose di richiamo si prevede: sospensione dell'attività in presenza, si applica la didattica digitale integrata per la durata di 10 giorni quarantena di 10 giorni con test di uscita – tampone molecolare o antigenico – negativo; B) per gli alunni che abbiano concluso il ciclo vaccinale primario, o che siano guariti, da meno di 120 giorni e per coloro ai quali sia stata successivamente somministrata la dose di richiamo, si prevede attività didattica in presenza con l’obbligo di indossaremascherine  FFP2 per almeno 10 giorni; si raccomanda di non consumare pasti a scuola a meno che non possa essere mantenuta una distanza interpersonale di almeno due metri misura sanitaria: Auto-sorveglianza.  

In presenza di almeno tre casi di positività: per gli allievi frequentanti la stessa classe dei casi positivi si prevede sospensione dell'attività in presenza, si applica la didattica a distanza per la durata di dieci giorni misura sanitaria: si applicano le regole per i contatti stretti ad alto rischio

 

 

Leggi l'articolo completo
su Il Messaggero
Roma, incendio in un attico vicino San Pietro: morto un uomo. Non è riuscito a fuggire dall'appartamento in fiamme
Kiev: «Altri 48 soldati russi saranno processati» Putin: resistiamo abbastanza bene alle sanzioni
Il capo degli 007 di Kiev: «Putin sopravvissuto a tentativo di omicidio due mesi fa»
Nato, la Lettonia chiede 5.000 soldati per serrare il confine: «Putin attacca i deboli, mostriamo forza»
Caduta di Putin? Rischio “detonatore” dal rifiuto di far partire un attacco nucleare