Germania, addio all'austerity. Schulz avvisa la Ue: ora si cambia

BERLINO A 136 giorni dalle elezioni, e dopo una maratona convulsa che ha convolto 91 negoziatori in 18 gruppi di lavoro, Angela Merkel e Martin Schulz si sono messi d'accordo per un nuovo governo di larghe intese in Germania: una grande coalizione fra Cdu-Csu e Spd, la seconda consecutiva della Merkel, e la terza in tutto nei suoi quattro mandati da quando è diventata cancelliera nel 2005. La nascita del nuovo governo è partita male: prima il disastro elettorale (record negativi per tutti i tre partiti) che restringeva le...

Leggi l'articolo completo su Il Messaggero
Outbrain
Conte rinuncia, domani Cottarelli al Quirinale
Il personaggio/ Carlo Cottarelli, l'uomo della Spending review
Bimbo scomparso da Mirandola ritrovato stasera a Comacchio
Scuola, troppi giorni di festa Maturandi preparati a metà ​Anteprima sul Messaggero Digital
Giro d'Italia, i ciclisti protestano per le buche di Roma: corsa ridotta «Figuraccia in mondovisione»