Foglie bagnate sulle strade, basterebbe raccoglierle

«Per noi, obbligati a scegliere la moto come arma antitraffico, le foglie e la pioggia rappresentano una sfida estrema: con le due ruote è come correre su una lastra di ghiaccio, la caduta sempre in agguato», sintetizza il professor Gianluca Grazi, bisturi di prima grandezza, primario all'Ifo. E chiude: «Guido a passo d'uomo, terrorizzato». Centinaia di migliaia di romani come lui. La Capitale è sommersa da foglie di platano, cadute da alberi non potati che si imbevono di pioggia formando a terra...

Leggi l'articolo completo su Il Messaggero
Outbrain
Champions League Real Madrid-Roma 2-0 La diretta
Auto travolge passanti in via della Conciliazione: 5 feriti, tre sono bambini
Figli uccisi a Rebibbia, la mamma: «Ora sono liberi»
Follia sulla metro B: il rapper entra in cabina e "sequestra" il treno «Così disarmo il vigilante» E l'Atac fa partire un'inchiesta
Rai, ok Vigilanza a mozione Lega Marcello Foa verso la presidenza