Re delle bufale in cattedra: lezione di fake-news

Oggi l’era delle fake-news? 
Dai tempi di Mosè a oggi,
ahivoglia a bugie
@antonellazacca4

Hai letto che Mussolini era gay? Nooooo... E lo sai che la Volkswagen regala 800mila auto? Pazzesco. E che all’università fanno lezione di fake-news? Sì, vabbè, questa è una bufala. Sbagliato: le prime due sono palle clamorose messe in giro dal re dei pallonari, l’ultima è vera. Vincono le notizie false (che novità), improbabili e irresistibili. La menzogna paga tanto vale sfruttarla. In fondo le fake-news dicono tanto di noi, spavaldi e pieni di pregiudizi, impauriti e arroganti. Creduloni, soprattutto. Cosa c’è dietro la fabbrica 4.0 delle bugie è materia di studio per esperti della comunicazione e del marketing. È dunque vero, anzi verissimo che il boss delle burle in rete abbia fatto per un giorno il “prof” alla Sapienza. Docente di cialtronaggine che in realtà è sapienza, mica è da tutti saper cogliere l’aria che tira e impacchettarla in forma di verità da servire ai webeti che siamo diventati. Ermes Maiolica (nome d’arte) “insegna” senza aver mai studiato. Lui, operaio metalmeccanico di Terni, per gioco e poi per sfida è diventato uno dei massimi esperti in frottole social, «senza guadagnarci». Sua la bufala su Mussolini gay, sulle auto in regalo, ha fatto resuscitare Eco per il referendum e non si sa quante star ha fatto morire. Alla Sapienza è stato invitato dal Dipartimento di comunicazione e ricerca sociale per spiegare come si fa. Lui è convinto che le palle virali a qualcosa servano. A farci diventare meno creduloni. Il bufalatore, maestro del dubbio. 

Leggi l'articolo completo
su Il Messaggero
Outbrain
Francia, il ritorno del terrore Video Spari al mercatino di Strasburgo Tre morti, ferito italiano
Brucia il centro rifiuti Salario a Roma Allarme nube. I pm: disastro colposo
Conte da Juncker, braccio di ferro finale. Deficit al 2,05% per evitare la procedura
Salvini in Israele: «Hezbollah terroristi islamici»
Eliminato il Napoli: Salah e Alisson spingono il Liverpool agli ottavi