Marina Militare, l'appello dell'ex capo di Stato Maggiore De Giorgi a Parlamento e Governo

(Teleborsa) - L'ammiraglio Giuseppe De Giorgi, ex capo di Stato Maggiore della Marina dal 2013 al 2015, ha rivolto un appello a Parlamento e Governo affinché affrontino le...

Accedi all'articolo e a tutti i contenuti del sito
con l'app dedicata, le newsletter, i podcast e gli aggiornamenti live.

OFFERTA SPECIALE

2 ANNI
159,98€
40€
Per 2 anni
SCEGLI ORA
OFFERTA MIGLIORE
ANNUALE
79,99€
19€
Per 1 anno
SCEGLI ORA
 
MENSILE
6,99€
1€ AL MESE
Per 6 mesi
SCEGLI ORA

OFFERTA SPECIALE

2 ANNI
159,98€
29€
Per 2 anni
SCEGLI ORA
OFFERTA MIGLIORE
ANNUALE
79,99€
11,99€
Per 1 anno
SCEGLI ORA
 
MENSILE
6,99€
2€ AL MESE
Per 12 mesi
SCEGLI ORA

- oppure -

Sottoscrivi l'abbonamento pagando con Google

OFFERTA SPECIALE

Leggi l'articolo e tutto il sito ilmessaggero.it

1 Anno a 9,99€ 89,99€

oppure
1€ al mese per 6 mesi

Rinnovo automatico. Disattiva quando vuoi.

L'abbonamento include:

  • Accesso illimitato agli articoli su sito e app
  • La newsletter del Buongiorno delle 7:30
  • La newsletter Ore18 per gli aggiornamenti della giornata
  • I podcast delle nostre firme
  • Approfondimenti e aggiornamenti live
(Teleborsa) - L'ammiraglio Giuseppe De Giorgi, ex capo di Stato Maggiore della Marina dal 2013 al 2015, ha rivolto un appello a Parlamento e Governo affinché affrontino le difficoltà che sta affrontando la Forza Armata. "La Marina Militare sta attraversando uno dei momenti più difficili della sua storia post-bellica – si legge in una nota di De Giorgi – Nel Secolo Marittimo, la Marina è ancora paradossalmente di gran lunga la più piccola fra le nostre Forze Armate, peraltro con organici in continua riduzione, ormai sotto la massa critica minima per garantire la necessaria efficacia operativa e adeguati livelli di efficienza".


"Tutto ciò mentre gli impegni operativi crescono continuamente, in un mondo globalizzato di cui gli Oceani sono il principale elemento abilitante. Per una Nazione naturalmente marittima come l'Italia, la cui sicurezza e prosperità dipendono dal Mare, l'attuale stato di crescente debolezza e difficoltà in cui versa la Forza Armata, dovrebbe essere insopportabile per chiunque abbia a cuore il bene della Nazione", ha aggiunto.

"Proprio oggi – ha infine sottolineato l'ex capo di Stato Maggiore – che celebra la giornata della Marina Militare dobbiamo rimarcare con forza che non si può continuare a fingere che tutto vada bene, sarebbe una mancanza di rispetto prima di tutto verso il personale stesso della Forza Armata oltre che verso l'Istituzione. E' necessario che il Parlamento e il Governo affrontino la questione marittima nazionale con urgenza e con la dovuta priorità superando le eventuali resistenze delle altre Forze Armate e la visione di alcuni dei massimi vertici militari della Difesa troppo spesso condizionata dal colore della giubba dell'Arma d'appartenenza". Leggi l'articolo completo
su Il Messaggero
Auto si ribalta in via Nomentana: morti 5 ragazzi Avevano tra i 17 e i 22 anni, un ferito in codice rosso
Chi sono le vittime Valerio, Giulia e gli altri: in sei nella 500 di mamma dopo la serata
Il papà di Flavia Troisi: «Ho visto mia figlia dentro quell'auto. Aveva appena festeggiato i suoi 17 anni»
Gli amici di Valerio Di Paolo: «Era un ragazzo responsabile. Se portava gente non beveva»
Joker, il Padrino, la palestra e la parrucca da donna: ecco la casa di Messina Denaro a Campobello di Mazara