A Roma la prima boutique che aiuta le donne a trovare lavoro con l'abito giusto

“I vestiti per il successo: farsi strada e andare alla grande” è questo il motto della prima filiale italiana dell’associazione no profit americana “Dress for success”, che aiuta le donne svantaggiate e che sono disoccupate da più di quattro mesi, a trovare lavoro e indossare gli abiti giusti per superare un colloquio. Si trova a Roma, in via del Casaletto 400.
«L’obiettivo della nostra associazione – spiega la fondatrice Francesca Jones - italo anglo-neo-zelandese, 31 anni – è  quello di aiutare le donne a ritrovare la loro autostima, fornire una rete di supporto, dare loro degli strumenti per essere indipendenti nella ricerca del lavoro e organizzare anche seminari di crescita professionale».
L’organizzazione, creata nel 1996 da una studentessa americana Nancy Lublin, dona alle donne in cerca di un’occupazione gli abiti giusti per il colloquio e per la prima settimana di lavoro. I capi, nuovi o comunque in buono stato, sono messi a disposizione, gratuitamente, dalle aziende di moda che intendono sponsorizzare il progetto, o dai privati. Dress for Success Rome, in collaborazione con il movimento di volontariato italiano della regione Lazio (MoVi), offre anche programmi volti alla carriera professionale, seminari per la crescita professionale e supporto nella ricerca dell’impiego.

La formula di Dress for success, nata in origine per favorire l’emancipazione delle donne svantaggiate del Bronx, ha conquistato negli anni molte realtà:  152 sedi in 30 paesi, ha aiutato oltre 55 mila donne in tutto il mondo e arriva anche in Italia.
«L’intuizione mi è venuta – racconta Jones- grazie ad una mia amica che si è trasferita a New York e ha iniziato lì a fare la volontaria, e mi raccontava quanto fosse motivante aiutare le donne, che avevano perso il lavoro, a rimettersi in gioco,  ed è così che mi sono appassionata alle sue storie e ho scritto alla casa madre per chiedere come si poteva portare una filiale in Italia».
Da poco hanno fatto due giorni di formazione per i volontari che vorranno lavorare con l’associazione. «Le donne che già si sono rivolte a noi sono una trentina e sono italiane e straniere, rumene e  africane. Siamo in contatto con i centri di impiego e forniremo loro tutto il supporto necessario, e anche quello di  costruire un armadio di abiti idonei al tipo di lavoro. Il sistema si basa sulla creazione di una rete forte di donne, incluse coloro che si rivolgono a noi e che diventano loro stesse volontarie col tempo».

Per quanto riguarda la loro boutique, la stanno allestendo e si troveranno abiti che vanno dal classico tailleur al completo casual, o vestiti e giacca abbinati, pantalone morbido e maglioncino.  «Per ora ci troviamo in zona Campo Verde, ma stiamo  cerchiamo una sede più vicina, a Roma, chiunque ci voglia aiutare offrendoci dei locali ci può contattare».
Per chiunque desideri maggiori informazioni si può telefonare al 320-8638625. Il gruppo Dress For Success Rome è anche attivo su Facebook.

Leggi l'articolo completo su Il Messaggero
Outbrain
Nave Ong in attesa di un attracco Salvini: «Malta apra porti a Lifeline» La Valletta: «No. Non ci compete»
Vaccini, Salvini contro l'obbligo «Inutili 10, scuole aperte ai bimbi» No di Giulia Grillo
Dall’epatite al morbillo, la prevenzione è decisiva Anteprima sul Messaggero Digital
Morti lo chef Narducci e un'amica
Uccise la moglie a bastonate, ergastolo al dermatologo Cagnoni