Cronaca di un primo appuntamento che sembra piu' un colloquio di lavoro


Set: grande albergo di Milano, ora dell'aperitivo. Il primo appuntamento non riguarda ovviamente me, ma una coppiqa seduta accanto al mio tavolo. Impossibile non ascoltare perche' lui parla a voce alta. Lei a ogni domanda si imbarazza un po' di piu' ma invece di mandarlo a quel paese fa risatine da bionda scema dei film anni '50. La cronaca e' fedele, credetemi.

Lui di normale altezza, magro, tra i 35 e i 40 anni, golfino cachemire da milanese di buona famiglia, barba che, come dice Dacia Maraini serve a nascondere, per cui non si capisce se sotto c'e' un viso piu'o meno attraente. Lei bionda, magrissima, jeans skinny, polacchino con tacco alto ma non a spillo. 

Lui come molti maschi tra i 35 e i 60 anni esercita l'arte del soliloquio. Se si interrompe e' solo per formulare una domanda da direttore delle risorse umane.

Citazioni dal colloquio
Quanti anni hai?
"Ventisette"
A che eta' sei andata a vivere per i fatti tuoi?
Lei esita, lui ne approfitta per enunciare tutta una serie di dettagli dai quali si deduce che
A) Lui e' un figo che ha fatto l'Erasmus, quando e' tornato ("In una casa grande eh?) i suoi praticamente l'hanno messo a dormire "nello studio di papa' (si desume percio' che papa' aveva lo studio, segno di decoro borghese
B) Lui e' un gran figo perche' mentre faceva l'Erasmus si e' anche fatto una fidanzata francese.
C) Lui e' un figo stratosferico perche' ha anche qualche nozione di attualita' e conosce perfino l'esistenza del film " Tanguy" (le fidanzate francesi a qualcosa servono). Qui parte anche la stronzata di attualita" "politica" , buttata la' per impressionare la povera biondina gia' rintronata. "Sai perche' ti racconto dell'Erasmus? Perche' e' da li' che e'nata la frase di Monti sui " bamboccioni". Ti ricordi no?". La biondina ridacchia. Tanto nemmeno lei lo sa che a parlare dei ragazzi italiani bamboccioni fu il compianto ministro Tommaso Padoa Schioppa. E cosi a Mario Monti si addebita pure questa, a far buon peso
D) a questo punto, inquadrato il contesto che lo riguarda, il Nostro comincia l'interrogatorio da responsabile delle risorse umane
Hai fatto l'Erasmus?
La poveretta vacilla. Biascica cose inconcludenti, poi sempre ridacchiando come nei film americani anni 50 esala:"Sono stata sei mesi negli Stati Uniti". Lui approva, come a dire "vabbe', non e' proprio l'Erasmus ma resti comunque in partita" .
Le altre domande spaziano da "sei figlia unica" ai viaggi. Poi lui - evidentemente desideroso di tornare ad ascoltare la persona piu' interessante del contesto, cioe' lui stesso - riprende il timone della conversazione. E comincia a parlare delle sue fidanzate precedenti. Non sto scherzando. Le elenca praticamente tutte, per nazionalita', durata del rapporto etc.
La biondina invece di alzarsi e comunicargli che per la serata avrebbe di meglio da fare e soprattutto da ascoltare, sorride deliziata. Molla qua e la' qualche dettaglio su suoi precedenti fidanzati. Cosi, per non sfigurare. E in apparenza non la sfiora il sospetto di aver a che fare con un Narciso, collezionatore seriale di fidanzate.
Mentre comincio a pensare di chiedere il conto, lui guarda l'orologio e provvidenzialmente nnuncia alla sventurata che e' l'ora di andarsene. Respiro di sollievo, ma purtroppo non e' finita.
Mentre lei infila il pellicciotto che ha l'aria di essere di autentica pelliccia, lui la squadra dall'alto in basso e dal basso in alto per poi enunciare la sua soddisfazione:"Sei alta. Brava. Fai vedere i tacchi? beh, non altissimi. Sei quasi alta vera. Sai, io non le sopporto le nane che si mettono su certi trampoli ".
Invece di tirargliela in testa, la biondina infila la borsetta sotto il braccio.
Vanno via, convinti  di aver avuto una conversazione. A me verrebbe voglia di prendere da parte la bionda e sussurrarle come un Nanni Moretti di tanti anni fa:"Ve li meritate questi maschi arroganti, vuoti, narcisi. Ve li meritate se pensate che prendere un aperitivo con uno che ti umilia cosi al primo appuntamento resti senza conseguenze. Comportarsi come una svampita anni '50 in cerca del buon partito aveva dei costi sessanta anni fa. Figuriamoci oggi"

Leggi l'articolo completo su Il Messaggero
Outbrain
«Alfie sta morendo, niente trasferimento in Italia» Il padre: è omicidio, 3 medici sono colpevoli
Liverpool, fermati 2 ultrà romanisti In coma il tifoso dei Reds Video
Tra Concertone e Champions allerta sicurezza nella Capitale L'anteprima sul Messaggero Digital
5 Stelle, Berlusconi evoca Hitler Salvini lo gela: «Meglio tacere»
Scorciatoia 25 aprile compromesso “pratico” per andare al governo