Beffa Capitale/ La toppa giudiziaria al posto dell’asfalto

Le buche di Roma come il racconto di Gogol. Finiremo per trovarle vestite in divisa da cancelliere di procura. O agghindate da usciere di tribunale, come il naso dell’omonimo testo dello scrittore russo che passava da un volto all’altro e da una situazione all’altra (lo videro perfino in tenuta da consigliere di Stato), in una strepitosa satira dell’assurdità e dell’invadenza burocratica? Di sicuro, invece di toglierle dalle strade ricoprendole con una coltre di asfalto vero, come vorrebbero il buon senso e...

Leggi l'articolo completo su Il Messaggero
Outbrain
Champions League Real Madrid-Roma 1-0 La diretta
Figli uccisi a Rebibbia, la mamma: «Ora sono liberi»
Follia sulla metro B: il rapper entra in cabina e "sequestra" il treno «Così disarmo il vigilante» E l'Atac fa partire un'inchiesta
Rai, ok Vigilanza a mozione Lega Marcello Foa verso la presidenza
Formigoni, pena aumentata a 7 anni e 6 mesi in appello per corruzione nel caso San Raffaele-Maugeri