Allarme "stealthing", la nuova moda sessuale di togliersi il preservativo durante il rapporto

Che il web, sempre più spesso, tiri fuori dal cilindro qualche moda non è una novità. Che i nuovi trend, poi, camminino sul filo dell’abuso sessuale e usino certi canali per diffondersi è un fatto già risaputo ma comunque gravissimo. Si chiama “stealthing” (letteralmente “farlo di nascosto”) ed è un movimento sessuale che si è messo in moto in silenzio negli ultimi mesi ed ha preso piede nei Paesi occidentali. È una pratica al maschile e consiste nello sfilarsi il preservativo durante un rapporto senza che il partner se ne accorga e, quindi, sia consenziente. Cosa c’entra la rete? Lo stealthing si basa su una community on line che informa di certi spazi virtuali “utili” per "aggiornarsi" (è sufficiente digitare banalmente “come si violenta una ragazza” su un motore di ricerca per ottenere migliaia di risultati che mostrano come fare).

Alexandra Brodsky della facoltà di legge di Yale ha pubblicato un articolo sul Columbia Journal of Gender and Law in cui spiega come la rimozione segreta del condom possa trasformarsi in un abuso. La Brodsky parla di «aggressione sessuale» che «espone le vittime al rischio fisico della gravidanza e di malattie». Le donne con cui si è confrontata, dice, hanno parlato di «una grave violazione della dignità e dell’autonomia». Basti pensare che lo scorso gennaio un tribunale svizzero ha condannato per stupro un uomo che aveva sfilato il preservativo senza dirlo alla compagna. «Con questo articolo spero di aiutare le donne a trovare le parole giuste per denunciare episodi del genere tipo, incoraggiandole a parlarne e a identificare correttamente questo grave fenomeno», scrive la Brodsky. 

Leggi l'articolo completo
su Il Messaggero
Outbrain
Proiezioni Comuni: Romizi a Perugia Livorno, sarà ballottaggio cdx-csx
Salvini: «Leale a Conte, subito Tav e flat tax, cambiare vincoli europei»
Di Maio: «Abbiamo preso lezione ma non mi dimetto»
A Roma pesa anche “l’effetto Raggi”, per M5S voti in fuga nel Sud
Il confronto con Politiche 2018 ed Europee 2014: emorragia di voti per Pd e M5S