28 febbraio 1950 A Roma il Sifar compila un dossier sull’apparato paramilitare del Pci

A Roma il Sifar compila un dossier di 137 pagine sull’apparato paramilitare del Pci, a capo del quale ci sarebbero 4 uomini: Luigi Longo per il Pci, Sandro Pertini per il Psi, Emilio Lussu per gli azionisti e l’ex prefetto di Milano Ettore Troilo. Per gli aspetti più marcatamente militari, i responsabili sarebbero entrambi comunisti: Arrigo Boldrini, presidente dell’Anpi ed Elio Barontini, affiancati da Gisella Floreanini, Fausto Nitti e dal generale della riserva Mario Roveda. L’apparato sarebbe suddiviso in due livelli, uno palese che conterebbe su 50.000 uomini e uno occulto che ne disporrebbe 77.000. 

Leggi l'articolo completo su Il Messaggero
Outbrain
Salvini annuncia il censimento rom Di Maio frena: «È incostituzionale» Gli ebrei: «Ricorda le leggi razziali»
Conte a Berlino: «Soluzioni europee per i migranti o finisce Schengen» Merkel: collaboreremo con l'Italia
Sparatoria in centro a Malmoe: 4 feriti I tifosi festeggiavano la vittoria svedese al Mondiale
Bonafede: «Lanzalone scelto da Raggi». Il sindaco sentito ancora dai pm come testimone
Residenze false per avere i fondi dei terremotati: 120 romani nei guai