Roma, incendio nella notte: strada chiusa, traffico rallentato

Un vasto incendio di sterpaglie è divampato nella notte sulla via del Mare all'altezza di Vitinia, nel quadrante sud di Roma. Sul posto 3 squadre dei vigili del fuoco che sono state impegnate per ore. Chiusa e poi riaperta stamattina intorno alle 7 via del Mare in entrambi i sensi di marcia, da via dell'Ippica al sottopasso di Acilia, per consentire le operazioni di spegnimento. In seguito la strada è stata chiusa nuovamente per permettere la potatura degli alberi bruciati alla base. 
 
 


Numerose le pattuglie della polizia locale impiegate per la viabilità. Disagi al traffico in zona. Sono circa 60 gli interventi effettuati nella notte dai pompieri di Roma, anche a Cerveteri, Cesano, Anguillara, al lago di Martignano, a Civitavecchia e Ostia.

Questa mattina, la via del Mare era stata riaperta, in entrambi i sensi di marcia, alle 7.35 dai vigili del X gruppo della polizia locale. Purtroppo, a causa del ritorno delle fiamme - agevolate dal vento - la viabilità è stata sospesa di nuovo alle 8.50. La strada è stata riaperta soltanto alle 12.15 dopo la conclusione delle operazioni di spegnimento dei roghi. Il traffico resta congestionato.


 
Lunedì 17 Luglio 2017 - Ultimo aggiornamento: 20:45

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2017-07-17 20:15:55
Non cercate i colpevoli, comunque non subirebbero che pene irrisorie e non pagherebbero il danno creato.
2017-07-17 16:02:21
Per allargare l'argomento visti gli incendi per la stragrande maggioranza dolosi che hanno provocato un'ecatombe tra gli ettari di verde e gli animali della nostra bella penisola, considerato che ci vorranno decine di anni per far tornare alla normalità i territori martoriati, credo che il numero dei forestali possa essere redistribuito meglio intensificando i controlli nelle aree rimaste fortunatamente integre. Anzi forse sarebbe addirittura da ridurre il loro sostanzioso numero in alcune particolari regioni visto che purtroppo non è servito al contrasto dei roghi e che i luoghi rimasti da controllare sono nettamente diminuiti. Equazione + verde + forestali + lavoro o viceversa. Chissà se i risultati sarebbero migliori? Giletti secondo me ci si è pure giocato l'Arena con questa materia, i vitalizi e le case popolari.
2017-07-17 14:52:51
Se mandiamo in galera seriamente un po' di rom, automaticamente diminuiranno gli incendi, i furti, i borseggi ad altre amenita` del genere.
2017-07-17 14:42:34
I forestali non esistono più, i cantonieri non esistono più, il servizio giardini del Comune di Roma non esiste più, peccato che la natura fortunatamente continua a esistere rigogliosa e se qualcuno non la tiene a bada questi sono i risultati! Una volta il cantoniere aveva i suoi km di strada da tenere puliti e ordinati proprio per evitare cose come questa! Oggi si è perso tutto!
2017-07-17 13:57:08
Ieri a roma almeno sei o sette incendi di cui alcuni palesemente minori, probabilmente innescati in modo coordinato così da disperdere le forze dei VdF il più possibile. a cosa dovremmo pensare se non, mafia capitale con i suoi interessi nella gestione dei campi rom e case accoglienza varie? al fatto che il sindaco vorrebbe chiudere i campi? Ci sarebbe anche il discorso su certe edilizie, messe in crisi sempre dalla nuova politica. guardate che per la criminalità questo è un grosso problema e ce lo stanno facendo sapere. ci è sfuggita completamente la situazione di mano. abbiamo consentito fin troppo per troppi anni.
10
  • 86
QUICKMAP