Il vescovo siriano: «C'è chi non vuole che la guerra finisca»

Città del Vaticano - «E' chiaro che c'è chi vuole che questa guerra continui». Il vescovo siriano Georges Abou Khazen, Vicario di Aleppo per i cattolici di rito latino, commenta con l'agenzia vaticana Fides la notizia dell'attacco missilistico Usa contro la base siriana presso Shayrat, nella provincia di Homs. «Questa operazione militare apre nuovi scenari inquietanti per tutti. Vedo che adesso anche Erdogan esulta per questo intervento, deciso e compiuto senza tenere in nessun conto le voci che chiedevano un'indagine indipendente sui fatti accaduti a Idlib. Tutto si decide in base agli impulsi veicolati attraverso i media internazionali».

Sono cinquantanove i missili che sono stati lanciati da due cacciatorpedinieri Usa, avendo come bersaglio la base militare governativa siriana da cui, secondo quanto sostenuto dagli Usa, sarebbero partiti gli aerei che lo scorso martedì  dell’attacco con armi chimiche contro la cittadina di Khan Shaikun, nella provincia di Idlib. Dopo l'operazione militare disposta dall'amministrazine Trump, la Russia ha chiesto una riunione d'urgenza del Consiglio di sicurezza dell'Onu, definendo sconsiderato l'attacco missilistico Usa contro la base militare siriana.
Venerd├Č 7 Aprile 2017 - Ultimo aggiornamento: 13:15

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
  • 10
QUICKMAP