San Pietro, gendarmeria vaticana allontana i clochard

di Franca Giansoldati
CITTA' DEL VATICANO L'operazione "Via i barboni da San Pietro" è avvenuta alle prime luci dell'alba. A guidare il blitz è stata la gendarmeria del Vaticano anche se pare fossero presenti diversi agenti della polizia italiana. L'autorizzazione sembra sia arrivata dall'alto, anche se nessuno vuole specificare da dove, se sia stato il Papa o il Governatorato o la Segreteria di Stato a diramare l'ordine. Di fatto i gendarmi hanno fatto piazza pulita,e per ragioni di "decoro", cacciato senza troppi complimenti e con modi bruschi i senzatetto di diverse nazionalità che abitualmente bivaccavano (spesso ubriachi fradici) sotto i propilei dei due palazzi vaticani che si affacciano su piazza Pio XI. Una situazione che da tempo era stata all'origine di lamentele da parte dei negozianti della zona e anche degli abitanti, stanchi di vedere ogni giorno barboni sdraiati a terra, accampamenti improbabili, cumuli di spazzatura. I barboni cacciati da San Pietro - dove però il Papa ha fatto costruire docce, bagni pubblici, mense e dormitori - si sono riversati in altre zone cittadine, anche se ieri sera qualcuno li ha intercettati vicino a via Pfeiffer, in pratica dalla parte opposta di via della Conciliazione. 
Giovedì 21 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 22-09-2017 18:06

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 240 commenti presenti
2017-09-23 15:00:57
Tanta brodaglia, tutti i giorni che Dio ci regala, tanto buonismo ( finto ? ), tante prediche, tante esortazioni, e anche tanti rimproveri, suoi e dei suoi sottoposti, e poi si scopre che il tanto misericordioso Francesco si comporta come gli austriaci e come i francesi : manda indietro i poveri " profughi", i disperati. Non si finisce mai di imparare.
2017-09-23 13:19:03
@piortu E' inutile, ogni cosa suggeriamo, anche le cose sensate, non ti vanno bene solo perchè escludono "l' accudimento e la cura" di questi clochard. E' un problema solo tuo, noi infatti indichiamo soluzioni che vengano incontro alle nostre richieste non quelle dei senza tetto. Io dico solo che come stanno sul marciapiedi in città, allo stesso modo potrebbero costruirsi le loro baracche lontano dai centri abitati e darsi da fare per sopravvivere. insomma AFFARI LORO, noi penseremmo ai nostri se qualcuno non rompesse le uova nel paniere di tutti con il suo patologico senso del servire (solo alcuni e imbrigliando gli altri).
2017-09-23 18:49:55
e soprattutto vorremmo prenderci cura, semmai, solo dei nostri. *** (; - BdV/Anchise
2017-09-25 09:56:57
Accudimento? Cura? Lei non legge quanto scrivo, o come altri ama costruirvi castelli di fantasie sulla base di quanto scrivo perché le risulta più facile contrapporsi ideologicamente ad esse. Rilegga i miei interventi, non ho mai parlato di accudimento e cura da parte di nessuno, tantomeno come fosse un dovere. Ho parlato - ed è qui che non mi segue lei e altri come lei, che di realtà e di pragmatismo non vogliono sentir parlare - semplicemente, di persone che obiettivamente esistono, che obiettivamente hanno scarsissimi mezzi di sussistenza, e che (piaccia o no) non si possono semplicemente deportare nel mezzo di un deserto, o eliminare fisicamente e sotterrare. Sono lì, e si può intervenire soltanto sul come, ci stanno. Di soluzioni praticabili non ne ho letta una, finora. Solo soluzioni in stile bacchetta magica: PUF! e il povero scompare magicamente dalla nostra vista. Può piacerle o meno, ma la realtà non funziona così.
2017-09-22 16:12:47
Lo sapevo che prima o poi usciva fuori la vera natura delle persone che si nascondono dietro l'ipocrisia del buonismo a tutti i costi. Vaticano gran brutto posto, e io gli sto lontano.
240
  • 17,9 mila
QUICKMAP