Ragusa, tenta di uccidere la convivente: lei si finge morta e lo fa arrestare

I carabinieri hanno arrestato un uomo di 41 anni per tentato omicidio pluriaggravato e sequestro di persona aggravato. La sua ex convivente, infatti, è stata da lui brutalmente malmenata a calci a pugni e colpita con un coltello.

La donna si è però  salvata fingendosi morta e quando l'uomo si èallontanato è riuscita a raggiungere, con l'aiuto di parenti, la caserma dei carabinieri, zoppicante e sanguinante.

I militari di Santa Croce Camerina, nel ragusano Ragusa) hanno così arrestato l'uomo. Quest'ultimo, dopo aver seviziato in un casolare abbandonato la sua ex compagna, dalla quale ha avuto due figli, credendo di averla uccisa l'uomo ha telefonato al marito di sue sorella.

I due familiari sono accorsi sul posto e hanno trovato la vittima per terra, con ferite di coltello alla coscia e alle mani, coperta di lividi e graffi. La donna ha implorato il loro aiuto, mentre l'ex convivente fuggiva per le campagne. Il 41enne èstato rintracciato piùtardi dai carabinieri e arrestato.
Sabato 5 Marzo 2016 - Ultimo aggiornamento: 08-03-2016 16:17

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP