Ponte Galeria, bocche cucite al Cie. Nuova protesta choc degli immigrati

​Nuova protesta choc al Cie di Ponte Galeria, dove questa mattina due immigrati si sono cuciti le labbra. Secondo quanto riferito all'Adnkronos da Giuseppe D'Agostino, funzionario del Garante per i detenuti del Lazio, si tratta di un algerino e un tunisino, di 28 e 27 anni, che sarebbero entrati nel Cie rispettivamente il 3 luglio e il 22 luglio. «Da quanto ci riferiscono i sanitari, avrebbero disagi psichici e disturbi del comportamento - spiega D'Agostino - hanno entrambi piccoli precedenti ma non vengono dal carcere. Da oggi hanno iniziato questa protesta, con lo sciopero della fame, perché non accettano la detenzione e vorrebbero uscire». Nei mesi scorsi altri immigrati, ospiti della struttura, avevano adottato la stessa forma di protesta.
Sabato 26 Luglio 2014 - Ultimo aggiornamento: 27-07-2014 12:21

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 18 commenti presenti
2014-07-27 10:54:00
Protestano Questo dell'immigrazione clandestina è un problema che si stà facendo sempre più grande e ingarbugliato. Il malcontento in Italia aumenta e poi magari finisce con qualche tragedia dovuta, più che alla nostra intolleranza, a tutta una serie di difficoltà che quotidianamente anche noi ci ritroviamo a dover affrontare, vista la crisi economica e pertanto senza tante risorse da poter condividere. C'è poi chi specula sulla vita di queste persone inducendole a compiere dei viaggi drammatici, dove la speranza per il futuro è veramente un inutile miraggio se non quello di chiedere l'elemosina fuori dai supermercati o ad essere sfruttati come manodopera a basso prezzo e in nero, o a cercare un sostentamento a spese della comunità, oppure a delinquere. Ci sono quelli che hanno diritto all'asilo ma molti altri non li trovo in buona fede, perchè con le loro pretese e i loro comportamenti compromettono anche quelli che fuggono da guerre e miseria e cercano veramente un futuro migliore. Lo Stato sembra ignorare, l'Europa lo stesso. Nel caso citato, si sono cuciti la bocca forse perchè pensano che tutto gli è dovuto e non si accontentano dell'accoglienza erogata. Altro non dovremmo fare che riportarli nel loro paese con la bocca cucita. Magari può servire da esempio !!!
2014-07-27 10:36:00
La solouzione!! Biglietto di solo ritorno......??????????????
2014-07-27 09:46:00
questa foto è di un anno fa circa... già allora si era infine scoperto che gli immigrati in realtà non si erano cuciti la bocca, si applicano un pezzo di filo rigido che spinge sulle labbra e sembra che abbiano le labbra cucite.
2014-07-27 09:33:00
Frontiere. Le frontiere son aperte in entrata, ma.....anche in uscita a chi non sta bene.
2014-07-27 08:21:00
questi sono la causa dell'aumento di poverta' degli italiani... Questi soggetti che si cuciono la bocca per protesta (tra l'altro neanche tanto raccomandabili visto che hanno comunque precedenti penali...) fanno parte di tutta quella marea di immigrati che dobbiamo mantenere finche' non sono in grado di badare a se' stessi e che nel loro paese di origine starebbero sicuramente a far la fame vera, magari pure in galera come dovrebbero....Il fatto e' che questo e' un paese dove la cantilena dell'accoglienza a tutti i costi ci viene ripetuta in tutte le salse dalla sinistra e dal vaticano, tanto loro non sanno nemmeno cosa significa la lotta tra poveri che si sta verificano in casa nostra...Questi si lamentano perche' vengono trattenuti in un centro dove giustamente devono essere controllati e identificati prima di avere libero accesso all'esterno: forse ci siamo dimenticati che i nostri emigranti in America appena sbarcati venivano messi in quarantena ed esaminati dalla testa ai piedi e in mancanza di mezzi di sostentamento rispediti indietro..Se usassimo lo stesso trattamento verso questi immigrati noi verremmo accusati di razzismo....
QUICKMAP