Padova, prigioniera della cintura di castità a 60 anni: «Temo di essere stuprata»

PADOVA - Una donna di 60 anni ossessionata dalle violenze sessuali riportate dai notiziari alla televisione, ha deciso di munirsi di cintura di castità. Utilizzando un guanto da macellaio in maglia metallica, la signora ha confezionato una mutanda in ferro con tanto di cavetto d’acciaio e chiusura con un lucchetto a combinazione. Insomma una barriera a prova di stupro, ma mercoledì si è registrato un inconveniente. La donna, arrivata a casa, voleva togliersi la corazza in ferro dalle parti intime ma ha dimenticato la combinazione del lucchetto. Disperata ha provato ripetutamente a liberarsi, ma senza alcun esito. E poi ha avuto paura di ferirsi, così è stata costretta a dirigersi al comando provinciale dei vigili del fuoco in via San Fidenzio alla Stanga...
 
Lunedì 18 Gennaio 2016 - Ultimo aggiornamento: 19-01-2016 09:26

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2016-01-18 11:56:08
Il "rimedio" sembra un po' esagerato ma se una arriva a pensare a questi metodi per proteggersi, la dice lunga sulla percezione della sicurezza che si ha....
2016-01-18 13:00:17
Le ossessioni fanno davvero male. Non ci viene detto se si tratta di una donna italica, sposata o meno. In ogni caso questa signora dovrebbe sapere che il Medioevo è finito da secoli!
2
QUICKMAP