Mondo di Mezzo, Pignatone fa appello contro la sentenza

di Michela Allegri
Non usa giri di parole e va dritto al punto: «Rispettiamo la sentenza di primo grado sul Mondo di mezzo, ma non la condividiamo e stiamo scrivendo l'appello», dice il procuratore capo di Roma, Giuseppe Pignatone, intervenuto ieri a Palermo al ventennale della redazione di Repubblica. La sentenza in questione è quella del processo Mondo di mezzo, che ha escluso l'esistenza di quell'associazione di stampo mafioso capeggiata da Massimo Carminati e dal ras delle coop Salvatore Buzzi che, per la procura di Roma,...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Marted├Č 14 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 17:45

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2017-11-14 08:38:08
ho l'impressione che questa inflazione del termine "mafia" possa essere negativo ai fini della corretta comprensione, contrasto e sanzione dei fenomeni di criminalita' organizzata. Perche' si rischia di non cogliere le particolarita' di ogni fenomeno, e il tentativo di assimilare tutto allo stampo mafioso, quando non riesce, puo' portare a sottostimare fenomeni di grande spessore criminale e a non dare loro la giusta sanzione
1
  • 37
QUICKMAP