Milano, multato per aver parcheggiato nel posto disabili, lascia cartello di insulti

Non solo in torto marcio, ma pure convinto di essere nel giusto, tanto da metterlo nero su bianco: «A te handiccappato che ieri hai chiamato i vigili per non fare due metri in più vorrei dirti questo: a me 60 euro non cambiano nulla ma tu rimani sempre un povero handiccappato ... sono contento che ti sia capitata questa disgrazia!». È l'agghiacciante messaggio - diffuso sui social da un passante - che un ignoto, evidentemente dopo essere stato multato per aver parcheggiato in un posto riservato alle persone disabili, ha lasciato nel parcheggio sotterraneo di un centro commerciale nel Milanese.

«Volevo condividere questa perla di civiltà trovata oggi al parcheggio sotterraneo del Carosello di Carugate...» ha scritto ieri su Facebook Claudio Sala, che ha fotografato il cartello in un post che ha già avuto molte condivisioni. Sala spiega di aver inviato lo stesso messaggio condiviso online al centro commerciale e di essere stato contattato dal servizio di vigilanza dello stesso: il cartello - per quanto gli è stato comunicato - è stato rimosso e sono al vaglio le registrazioni delle telecamere. Indignati i commentatori sul web, che non hanno mancato di notare gli errori ortografici del messaggio e si sono augurati che l'autore venga individuato. 

Quello di parcheggiare nei posti riservati ai disabili è un malcostume piuttosto diffuso a Milano dove, nei primi sei mesi dell'anno, secondo i dati diffusi dal Comune alla fine dello scorso mese, sono state in tutto 71.819 le multe per le 'soste odiosè ovvero sul marciapiede, in seconda fila, davanti a dei passi carrai o nei posti dei disabili.

«Se calcoliamo che gli spazi per invalidi a Milano sono in totale 4.661, vuol dire che - aveva notato l'assessore alla Sicurezza Carmela Rozza commentando i dati - più della metà di questi (62,8%) almeno una volta in sei mesi è stato occupato da chi non ne aveva diritto, creando problemi a chi ha seri problemi di mobilità». Inciviltà e mancanza di rispetto giustificate dai loro autori con scuse banali come «dovevo portare il bambino a scuola» o «sono solo sceso a prendere il pane/ritirare gli abiti in tintoria/prendere il giornale», ma quasi mai seguite da scuse a chi ha il diritto di parcheggiare in uno spazio riservato. Per arrivare poi a estremi negativi come quello di Carugate, dove chi ha preso una multa per sosta vietata si è pure permesso di lasciare un messaggio velenoso all'indirizzo del disabile cui aveva rubato il posto. 


 
Domenica 20 Agosto 2017 - Ultimo aggiornamento: 26-08-2017 12:05

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 77 commenti presenti
2017-08-26 12:44:16
un atto schifoso, però una cosa va detta, milano non so ma a roma un permesso su due o forse ancora meno, è veramente riconducibile ad un guidatore invalido, alcuni sono proprio falsi e basta e questo sicuramente non alimenta la totale osservanza dei posti gialli.
2017-09-01 10:54:26
Beh allora non volete proprio capire! come fate voi a giudicare che sono falsi invalidi, in un post sotto c'è una persona che descrive molto bene una situazione dove un malato di cancro che voi nn riconoscereste parcheggia in un posto riservato, anche lui ha diritto, quindi non avventuratevi in giudizi facili.
2017-08-21 20:25:54
Mi sa che ha scatenato qualcosa di peggio di una semplice multa da 60 euri... quella non gli ha cambiato la vita ma essere sbattuto sui giornali alla gogna mediatica mi sa di si... ben gli stà
2017-08-21 19:51:25
mi intrometto tanto per, sono ancora abile ma potrei non esserlo in qualunque momento future. Riprovevole la reazione di chi non sapeva dove pore la sua maghina, pero' sincero, disprezza chi ha problemi fisici in modo palese, ma tolto cio' sinceramente non vi sembra che la societa' costruita prevalentemente dagli abili, disprezzi in modo palese, evidente, gli stessi, gli abili, I sani, (e questa e' cosa gravissima secondo me) e gli inabili sono alla fin fine solo un alibi per lucrare di 'falsa umanita' e soldi?, .. vedi cronache, la letterina di quella persona forse non e' proprio inesatta anche perche' vorrebbe dire solo questo: posti liberi ce ne stanno, perche' farmi la multa se il cosiddetto handicappato in car, (quindi quanto puo' essere handicappato?) puo' comunque posteggiare altrove?, (come tutti, altrimenti prenda un taxi, come tutti gli abili inabilitati da metropolitan da tortura, bus che esplodono etc etc).
2017-08-21 19:18:45
Beh caro signore o signora (?) Io personalmente preferirei essere un povero handicappato ( come dice lei) a vita, che un povero celebro leso con 60 euro in meno come lei.
77
  • 58,6 mila
QUICKMAP