Caso Sanremo: anche tre musicisti ciociari
dietro la canzone Silenzio

I musicisti che hanno arrangiato il brano Silenzio
di Marina Mingarelli
Mentre gli italiani che l'altra sera stavano incollati davanti alla televisione ad assistere alla prima serata del Festival di Sanremo, si dividono tra quelli che vorrebbero fuori Fabrizio Moro ed Ermal Meta per aver cantato il brano già edito Non mi avete fatto niente ( al momento i due sono stati sospesi dalla manifestazione canora) , ed altri che invece li vorrebbero ancora in gara, tre musicisti ciociari salgono alla ribalta delle cronache per essere stati gli arrangiatori della canzone Silenzio il testo scritto da Andrea Febo e pomo della discordia sanremese.
GLI ARRANGIATORI
Si tratta di Maurizio Mingarelli in arte Raska cantautore e chitarrista che ha al suo attivo l'apertura del concerto di Bob Geldof e numerose tournee dove ha accompagnato alla chitarra Riccardo Fogli, Adriano Pappalardo, Sammy Barbot. Autore di canzoni spesso autobiografiche Raska descrive il mondo dei sentimenti. Un mondo che ha racchiuso nel suo Cd L'auto a strisce che ha avuto larghi consensi. E poi c'è Fabio Raponi, un arrangiatore con la A maiuscola, che è stato addirittura il pianista di Renato Carosone e di Wess. In Inghilterra ha scalato le vette delle classifiche con il brano Movin to fast che ha venduto milioni di dischi. Non è da meno Marco Ceci che è stato il bassista di Patty Pravo, di Fabio Concato, Christian De Sica e Federico Stragà nei loro spettacoli musicali. A dodici anni aveva già le idee ben chiare su quello che avrebbe fatto da grande: il musicista. Tutti e tre da anni collaborano con vari artisti arrangiando le loro canzoni. Il brano Silenzio dei quali i tre musicisti, è bene sottolinearlo, pur rivendicando la paternità degli arrangiamenti hanno deciso di mantenere un profilo molto basso, era stato registrato proprio in Ciociaria e precisamente in una sala di registrazione a Monte San Giovanni Campano. La canzone era stata poi presentata da Ambra Calvani e Gabriele De Pascale a Musicultura una manifestazione canora che si svolge a Macerata.La somiglianza fra i due brani, inutile negarlo soprattutto nell'inciso è impressionante, non soltanto nel testo ma anche nella musica. Un testo quello di Meta e di Moro dalla tematica molto forte: gli atti di terrorismo e la paura che le nuove generazioni avvertono. Quel Non mi avete fatto niente sta a significare che nonostante tutto i giovani continuano a credere in un mondo migliore.
IL BRANO
Tornando al caso Sanremo Fabrizio Moro ed Ermal Meta sono stati sospesi in attesa che la dirigenza Rai svolga gli opportuni accertamenti. Il regolamento ammette che si possano utilizzare parole e musica degli altri brani nei limiti del 30%. I responsabili della manifestazione stanno prendendo tutte le misure necessarie affinché venga fatta chiarezza. Per quanto riguarda i tre musicisti ciociari che si sono trovati senza volerlo al centro del gossip hanno confermato di essere gli autori dell'arrangiamento del brano Silenzio. «Tutto- ha dichiarato Raska- può può essere dimostrato con ampia documentazione». «Ma non vogliamo passare ha continuato Marco Ceci- per sciacalli, per quelli in cerca di notorietà». Adesso pensano a lavorare sulla nuova tournèe che porteranno avanti questa estate con la corista Iskra Menarini dal titolo Lucio&Lucio. La brava cantante di 72 anni nata a San Felice sul Panaro per anni ha lavorato accanto al famoso cantante di 4 marzo 1943.
 
Giovedì 8 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 13:07

© RIPRODUZIONE RISERVATA

QUICKMAP