Attentato incendiario al centro commerciale, ma il rogo si spegne

Attentato incendiario al centro commerciale di Cappelle dei Marsi (L'Aquila): il fatto è avvenuto l’altra mattina in via Tiburtina nella palazzina che ospita due sale gioco, negozi di abbigliamento, di ottica, una palestra un centro medico e tante altre attività. Gli ignoti hanno prima cosparso di benzina l’ingresso principale e poi hanno appiccato il fuoco. Per fortuna le fiamme non hanno procurato grossi danni anche perché non sono state alimentate da materiale infiammabile. L’amministratore della società proprietaria del centro, Beradino De Blasis, di Civitella Roveto, è stato informato subito ed è arrivato quando le fiamme erano spente
«E’ un gesto di folle- ha esclamato l’imprenditore- che per fortuna non è andato a buon fine altrimenti avrebbe procurato milioni di danni».

I militari hanno subito acquisto le immagini della videosorveglianza di un negozio che si trova a pina terreno e stanno verificando se è possibile individuare gli attentatori. Ma perché l’attentato? Diverse le ipotesi investigative legate all’assurdo episodio avvenuto, sicuramente all’alba, quando ignoti hanno provato a dare fuoco alle serrande del centro direzionale. Qualcuno, probabilmente in due, si è fermato davanti all’ingresso ha versato la benzina e ha dato fuoco In poco tempo le fiamme hanno divorato il liquido infiammabile e poi si sono spente senza il rogo si propagasse. Sul posto sono giunti anche i carabinieri della Compagnia di Tagliacozzo, che stanno effettuando accertamenti sul caso col supporto dei colleghi della locale stazione.
Sabato 9 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 12:06

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP