Blitz dei vigili, sgomberato il cortile degli orrori nel patio dell'ostello di Ostia

di Giulio Mancini
Nei cortili un accampamento di una decina di zingari con nauseabonde ossa d’animale abbrustolito e topi ovunque. Dentro le camerate attivitÓ di ogni genere, persino un compra-oro abusivo e una moschea non segnalata. Blitz dei vigili urbani con demolizioni, sgomberi e denunce nell’area occupata dell’ex colonia Vittorio Emanuele III a Ostia.





LA MACELLAZIONE

Dopo la denuncia su orribili pratiche di allevamento e di macellazione di animali presentata dagli operatori turistici che gestiscono sul lungomare il Litus, l’unico ostello comunale di Roma, ieri mattina i vigili urbani di Roma hanno fatto irruzione nella zona occupata dagli abusivi. Visto il reportage fotografico sulle raccapriccianti e antigieniche pratiche pubblicato da Il Messaggero, il comandante della polizia locale di Roma Capitale, Raffaele Clemente, ha ordinato al Nucleo di Sicurezza pubblica ed emergenziale, agli ordini di Antonio Di Maggio e Marco Milani, di provvedere immediatamente allo sgombero ed alla identificazione dei responsabili dell’occupazione.

Una decina di agenti poco prima di mezzogiorno ha fatto irruzione nei cortili degli accampamenti e all’interno delle camerate occupate. Un’intera famiglia di rom serbi, dieci persone tra uomini, donne e bambini, ├Ę stata sorpresa nelle baracche e nel caravan parcheggiato proprio sotto le finestre dell’ostello. In un’atmosfera putrida e nauseabonda, i vigili sono stati costretti a muoversi tra sporcizia, escrementi umani, resti di animali abbrustoliti. Il capotrib├╣, ritenuto responsabile della macellazione della capra documentata fotograficamente, ├Ę stato denunciato per maltrattamento di animali, occupazione abusiva di bene pubblico oltre che per furto di energia elettrica: il suo accampamento era allacciato abusivamente alla centralina dell’Acea. Gli zingari sono stati allontanati.



LE ATTIVITÀ

Sar├á un braccio meccanico nelle prossime ore a distruggere le baracche e le roulotte dei rom. Una volta entrati all’interno dell’ex colonia, i vigili urbani si sono trovati di fronte ad un mondo ”parallelo”. In una camerata uno straniero aveva organizzato un negozio abusivo di ”compro oro”. In uno scantinato era stata allestita una moschea non segnalata all’amministrazione. In molte zone carrelli portabraceri per la vendita di pannocchie di mais.

Nei prossimi giorni i vigili urbani procederanno ad un censimento per quantificare ed identificare gli occupanti: dall’esistenza del centro socio-abitativo, nessuno mai ha effettuato la conta dei residenti. I turisti ospiti del Litus Roma Hostel, l’unico ostello romano in funzione, non avranno pi├╣ le stanze con vista sul cortile degli orrori. Dopo la chiusura del centro al Foro Italico ├Ę il riferimento per le comitive di giovani in cerca di un pernottamento a buon prezzo. Si tratta di un centro di propriet├á comunale affidato dal 2006 alla gestione di una cooperativa, la ”Verderame”, occupa un’ala della storica ex colonia Vittorio Emanuele III e arriva a contare fino a 16mila ospiti l’anno.
Venerd├Č 8 Agosto 2014 - Ultimo aggiornamento: 18:38

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 12 commenti presenti
2014-08-10 22:47:00
Ma madama BOLDRINI' non ha detto che gli zingari pardon ROM sono eredi di una antichissima cultura? Perch├ę la signora presidente della camera non si va a fare una passeggiata in quell'HOTEL a vedere la CULTURA dei suoi 'protetti'? Anzi con l'occasione ci porti pure il senor Bergoglio in arte Papa Francesco che s'├Ę 'alterato' quando in metro le persone che quando se ne accorgono avvisano che ci sono dei ROM che tentano di borseggiare turisti e poveri disgraziati !
2014-08-09 13:05:00
che schifo!! e poi marino se preoccupa degli slogan sulla campagna abbonamenti della Roma! cose da pazzi! in questa citta' ormai vige l'anarchia piu' totale,zingari ovunque che ovviamente portano sporcizia e incivilta' di vivere ovunque e questo se preoccupa di sciocchezze! poveri cittadini romani,costretti a subire ogni tipo di nefandezze in casa propria per colpa di questi incapaci che dovrebbero tutelare un patrimonio come lo e' Roma!
2014-08-08 23:06:00
dall'articolo: "Gli zingari sono stati allontanati" No denunciati, o identificati o... no, allontanati. E dopo?
2014-08-08 22:58:00
ALLE AUTORITA'DI POLIZIA SIA COMUNALE CHE NAZIONALE:NON VI SEMBRA Che oramai si sia varcato ogni limite di sopportazione dell'inattività delle Istituzioni che dovrebbero gvarantirfe a tutti i cittadini Italiani un vivere civilmente tra persone civili invece, a causa di una mancata sorveglianza e di una politica sinistrorsa come la volevano i vari compagni a cominciare da Bertinotti a per finire al Dr.Nichi Vendola Governatore della Puglia e molti altri ancora che per sviluppare una politica ultranazione di gente pocio raccomandabiler da molte parti del mondo, codesti mascalzoni politici, pur di avere voti, si sono venduti oltre all'anima anche la propria dignità cicica. Qualcuno che ora gestisce Roma, poco tempo fa disse che non bisognava chiamarlizingari ma Room. Ebbene, ho conosciuto i veri Roma italiani e direi molti Romani domiciliati Ostia Lido e su di loro potrei giurare che mai e poi mai si sarebbero ciomportati come quelli della Colonia Vittorio Emanuele. Questi sono quasi tutti Rumeni che andrebbero ricacciati al Paese loro immediatamente. Credo che se ci vogliamo salvare dall'arrembaggio di milioni di zingari dell'Est,sarebbe opportuno rimettere in funzione le Barriere doganali, e non scherzo più.
2014-08-08 20:40:00
e va bene alla buon' ora...
QUICKMAP