seguici su Google+ RSS
Venerdì 25 Luglio - agg.10:09
Sfoglia il nuovo giornale digitale
Messaggero logo
Primo Piano

Legge elettorale, Renzi pronto a incontrare Berlusconi per chiudere. Alta tensione nel Pd

Altolà dei bersaniani al segretario: no al vertice con il Cavaliere. Il leader: le regole si scrivono tutti insieme. I tre no di Casaleggio alle proposte democrat: deciderà la rete

PER APPROFONDIRE tagLegge elettorale, Renzi, Berlusconi
Matteo Renzi (foto Angelo Carconi - Ansa)
«Se ci vediamo è per provare a chiudere». Lo ha detto il segretario del Pd Matteo Renzi in un'intervista al Tg5 parlando di un suo possibile incontro con Silvio Berlusconi. Lo incontrerà? «Non lo so, vediamo, prima dovremmo sistemare per benino le cose perché l'incontro abbia un senso».

Se l'incontro «deve essere semplicemente per prendere un caffè, ognuno resti a casa sua. Io credo - ha continuato Renzi - che Forza Italia non si debba limitare a dire sì a una delle leggi elettorali che stiamo discutendo ma, per esempio, che accetti la nostra proposta di superare il Senato», di «superare le Province. Vedrete che la politica costerà meno, ci sarà un taglio dei parlamentari ma anche una maggiore semplicità. Gli italiani ci chiedono di fare veloce le cose che servono».

«Legge elettorale. Le regole si scrivono tutti insieme, se possibile. Farle a colpi di maggioranza è uno stile che abbiamo sempre contestato», aveva scritto oggi Renzi su Twitter. Dopo la segreteria del Pd, secondo quanto si apprende il segretario democrat aveva avuto anche un faccia a faccia con il leader di Ncd Angelino Alfano.

Tensione intanto nel Pd sulla legge elettorale. I democrat che fanno riferimento a PierluigiBersani avvertono il segretario: no a un incontro con Silvio Berlusconi. «Leggo di possibili incontri tra Renzi e Berlusconi addirittura al Nazareno. Immagino che Renzi sarà cauto su mosse che possano resuscitare politicamente Berlusconi e che non vorrà incontrare un pregiudicato nella sede del Pd», dichiara Alfredo D'Attorre, bersaniano, parlando con i cronisti alla Camera.

I gruppi del Nuovo centro destra e dei Popolari per l'Italia spronano intanto ad andare avanti nella riforma della legge elettorale, a partire da un'intesa nella maggioranza. «La sentenza della Corte Costituzionale e la calendarizzazione della legge elettorale in Aula impongono ai partiti che formano la maggioranza di trovare con urgenza un'intesa su una proposta comune - affermano in una nota comune dopo l'incontro -. I gruppi Nuovo Centrodestra e Popolari per l'Italia sostengono la proposta del doppio turno di coalizione e ritengono che le motivazioni della Consulta avvalorino questo sistema come il più idoneo a evitare un'eccessiva divaricazione tra rappresentanza e voto, poiché sono proprio gli elettori a decidere la maggioranza. Nei tempi più brevi, i due gruppi parlamentari promuoveranno incontri con le altre forze politiche della maggioranza».

Casaleggio. Sulla riforma della legge elettorale «le tre proposte di Renzi sono astratte ed evidentemente incostituzionali». È quanto ha detto Gianroberto Casaleggio ad alcuni dei parlamentari Cinque Stelle che ha incontrato a Montecitorio. Quanto al Movimento la sua proposta sarà quella che uscirà dalla consultazione in rete. Dunque: il movimento avrà una sua proposta di riforma, che sarà discussa, decisa e votata con, e dagli, iscritti al M5S. E proprio oggi parte sul blog di Beppe Grillo il percorso di consultazione in rete. Per portare a termine il referendum consultivo ci vorrà però del tempo: finiremo «entro la fine di febbraio» avverte Casaleggio che stoppa nel frattempo eventuali trattative con altri partiti, su altri sistemi. Tantomeno con Renzi, le cui tre proposte sono «astratte ed evidentemente incostituzionali».

Civati. «La proposta di Renzi sul Senato non mi convince per nulla, non sono d'accordo con l'idea di lasciarlo un organo di secondo livello. Per me o c'è il monocameralismo tout court o si riduce il numero dei parlamentari, anche alla Camera e al Senato si toglie la fiducia e si differenziano le competenze», ha detto il deputato del Pd, Pippo Civati, sottolineando che domani alla direzione ci sarà una proposta su questo punto, si rimarcherà che sulla legge elettorale «va bene il Mattarellum con poche modifiche, non un premio del 25% aggiuntivo all'effetto maggioritario di quel sistema», inoltre «chiederò sul partito un metodo di lavoro». Infine, per quanto riguarda il jobs act «aspettiamo di vederlo anche noi come gli elettori italiani, a quel punto risponderemo non con meno ma con più innovazione».
Mercoledì 15 Gennaio 2014 - 16:14
Ultimo aggiornamento: Giovedì 16 Gennaio - 13:35
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
DIVENTA FAN DEL MESSAGGERO
DAI LA TUA OPINIONE  
COMMENTI PRESENTI (35)Visualizza tutti i commentiScrivi un commento
Commento inviato il 16-01-2014 alle 20:48 da Giovanni Giacobino
Renzi, ..con il Berlusca oltre l'accordi politici ci vorrebbe entrare anche in affari ahahahahahahahahah

Commento inviato il 22-03-2014 alle 19:58 da kanenas51

Trattare con Berlusconi?Si ma con molta attenzione e prudenza.No?


RENZI:«Legge elettorale. Le regole si scrivono tutti insieme, se possibile. Farle a colpi di maggioranza è uno stile che abbiamo sempre contestato»,
**
Sostanzialmente credo che Renzi abbia ragione e che sia giusto interpellare tutti "però prima dovremmo sistemare per benino le cose perché l'incontro abbia un senso".
Frase che si dovrebbe poter leggere anche "dopo esserci messi d'accordo all'interno della coalizione su quale legge elettorale proporre e da presentare agli altri partiti che decideranno se starci o meno".
Ovvio che sarebbe del tutto inutile avviare dei contatti con il M5S che ha già fatto sapere di considerarec le tre proposte di Renzi anticostituzionali e che il movimento stesso sarà in grado di presentare il suo progetto di legge elettorale solo alla fine di Febbraio e quindi non in tempo utile per contribuire con il suo parere.
Ovviamente Renzi dovrebbe fare tesoro delle esperienze già fatte nelle trattative precedenti con Berlusconi e che lo stesso Berlusconi ha finito con l'interrompere senza arrivare ad alcuna conclusione.Renzi dovrebbe non dimenticare neppure per un secondo che il cacciaballe di Arcore non è affidabile e al primo segnale stonato,interrompere ogni rapporto e procedere senza FI.

Commento inviato il 16-01-2014 alle 20:48 da Giovanni Giacobino

x johnnyred 11:31
Ma quale sempre no?? Ma di che parli, adesso si stanno calando le brache sull'abrogazione del reato di clandestinita', hanno fatto decadere Berlusconi e adesso Renzino ci vuole fare accordi, ha dato al PD la possibilita' di eleggere il Presidente del Senato...devo continuare????? Buona serata

Commento inviato il 16-01-2014 alle 17:00 da paoluccio46

Renzi pronto a incontrare Berlusconi...
Speriamo che il caro Silvio trova il tempo per incontrare questo scalcagnato leader di sinistra ....

Commento inviato il 16-01-2014 alle 15:28 da Mario Merola

Commento inviato il 16-01-2014 alle 10:53 da badessa
Il PD, ex ormai non so più cosa avendo io perso il conto dei nomi cambiati . sempre meno . Mi sembra sempre più l ' armata Brancaleone.
Commento inviato il 16-01-2014 alle 10:53 da badessa

Questo è il motivo delle defaillances continue e ininterrotte della sinistra, sono una vera e autentica armata brancaleone, e con Renzi, hanno peggiorato le performance .... Mi meraviglia che tu solo adesso te ne sei accorta.

Commento inviato il 16-01-2014 alle 14:40 da Mario Merola

COMMENTI PRESENTI (35)Visualizza tutti i commentiScrivi un commento
Per poter inviare un commento devi essere registrato.
Se sei già registrato inserisci username e password oppure
registrati ora

Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

EDIZIONI LOCALI
SEGUICI su facebook
LE NEWS PIÙ LETTE

Camion fa crollare ponte a Roma: via Flaminia chiusa, bus deviati

​Traffico intenso sulla via Flaminia dove circa mezz'ora fa un ponte pedonale in cemento...

Grottammare, il numero 23 fa vincere da 5 milioni a una donna di 50 anni: caccia alla fortunata

GROTTAMMARE - Maxivincita da 5 milioni a Grottammare con il Nuovo Maxi Miliardario. grazie al numero 23.

«Bracciano, Federica Mangiapelo trascinata nel lago e annegata»

Trascinata fin dentro il lago e poi morta per annegamento, a dirlo è la nuova perizia depositata...

Va in ospedale per una circoncisione ma gli tagliano il pene

​Era stato ricoverato in ospedale per una circoncisione di routine e invece si è ritrovato...

19enne cade e muore mentre smonta il tendone del circo

​È caduto mentre stava dando una mano a smontare il tendone del Circo Martini a Bellaria...

CASA
Detrazioni fiscali: bonus arredi, occhio agli errori
La nuova agevolazione non spetta per tutti i lavori di recupero
Dichiarazione dei redditi: Unico 2014, ecco le spese detraibili e deducibili
Elenco aggiornato delle voci che permettono di ridurre il "conto"
Agevolazioni fiscali per una casa più sicura
Sconto Irpef del 50% su porte blindate, grate e telecamere
GUARDA TUTTE LE NEWS
CONSULTA GLI ANNUNCI IMMOBILIARI
IL METEO
CALTAGIRONE EDITORE | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI | PRIVACY
© 2014 Il MESSAGGERO - C.F. e P. IVA 05629251009