seguici su Google+ RSS
Lunedì 28 Luglio - agg.20:25
Sfoglia il nuovo giornale digitale
Messaggero logo
Primo Piano

Ragazzi uccisi in Israele, il Papa telefona al rabbino Di Segni: «Dolore per queste vittime»

di Franca Giansoldati
​«Pronto buonasera, sono Papa Francesco...» Qualche frazione di secondo. «Desideravo tanto manifestarle personalmente il mio dolore per la morte dei tre ragazzi». La telefonata a casa al rabbino Riccardo Di Segni è arrivata nel tardo pomeriggio, proveniente da Santa Marta. Un attimo di esitazione, e poi il colloquio si è sciolto. All'indomani del ritrovamento dei corpi di Eyal Yifrah (19 anni) Gilad Shaar (16) e Naftali Fraenkel (16), rapiti il 12 giugno mentre facevano l'autostop in Cisgiordania, il Papa ha voluto esprimere il suo sostegno umano e spirituale alle famiglie delle vittime. «Prego per loro». Il rabbino non se l'aspettava una chiamata del genere, diretta e immediata,, anche perché la Santa Sede aveva appena affidato al portavoce una dichiarazione di condanna «piuttosto dura» su quanto avvenuto.

La sorpresa «All'inizio, quando ho risposto e ho sentito dall’altro capo la voce inconfondibile del pontefice, ho pensato a uno scherzo. Sì, a uno scherzo, perché non è cosa frequente». In passato era sempre stato lui a cercare il pontefice e mai viceversa. «Stavolta, invece, è stato una specie di motu proprio papale». Sorride Di Segni mentre racconta il perché della chiamata. Cinque o sei giorni fa era stata fissata una udienza alle mamme e ai papà dei tre ragazzi. «I collaboratori del pontefice avevano stabilito l'incontro per lunedì prossimo. Sarebbero tutti arrivati apposta da Israele. Purtroppo gli eventi sono andati in un'altra direzione; quei ragazzi non ci sono più». Mentre prendeva visione degli impegni della prossima settimana, tra cui l'udienza alle famiglie israeliane, Francesco si è chiesto se vi fossero notizie ulteriori. «Ha così preso l'iniziativa per domandarmelo direttamente, e sapere cosa fare, come procedere». Dialogo e collaborazione. I familiari dei giovani avevano contattato il rabbino una settimana fa pregandolo di fare da tramite per ottenere il colloquio papale. «Mi ero messo d'accordo con alcuni funzionari. Ovviamente la notizia era tenuta molto riservata. Stamattina li ho avvertiti che l’incontro si sarebbe dovuto rinviare, anche perché secondo il rito ebraico, i familiari del defunto, a sepoltura avvenuta, hanno l’obbligo di sospendere ogni attività per sette giorni. Sicchè un viaggio in questa condizione sarebbe stato impensabile». Il Papa ha fatto sapere a Di Segni che la disponibilità ad abbracciare queste mamme in preda al dolore rimane immutata. «E' stata una conversazione familiare, dai toni molto umani. E' un uomo fuori dall'ordinario». Prima di salutare Francesco il rabbino (che è anche un medico) ha voluto avere ragguagli sulle condizioni di salute del pontefice. «Come sta? Leggiamo di voci preoccupanti...» Immediata la chiusa dell'interlocutore. «Guardi, non è niente. E' che mi fanno lavorare troppo qui dentro».
Mercoledì 02 Luglio 2014 - 01:24
Ultimo aggiornamento: 02:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA
VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?
DIVENTA FAN DEL MESSAGGERO
DAI LA TUA OPINIONE  
COMMENTI PRESENTI (3)Visualizza tutti i commentiScrivi un commento
X minnamor palestinesi cattivi o criminali guerrafondai ?

I palestinesi hanno attaccato l'ambulanza che trasportava i corpi dei tre ragazzi. Sembra la storia di Sodoma e Gomorra: le preghiere di Abramo non servirono, non c'erano nemmeno 10 persone rette. Pensate di trovarne 10 tra i palestinesi?

Commento inviato il 03-07-2014 alle 15:38 da ALEX20

E gli altri?
Oltre 10 palestinesi uccisi e più di 400 arrestati senza incriminazione nè scadenza di detenzione. Forse i palestinesi sono carne da macello per il Vaticano?

Commento inviato il 02-07-2014 alle 18:30 da minnamor

Abu Mazen + Bergoglio X Israel end
Chissà perchè il sig. Bergoglio non ha telefonato anche al leader dell'OLP per esprimergli la sua condanna e il suo disappunto per ciò che i "guerrieri" palestinesi hanno compiuto?

Commento inviato il 02-07-2014 alle 13:14 da collesanese

COMMENTI PRESENTI (3)Visualizza tutti i commentiScrivi un commento
Per poter inviare un commento devi essere registrato.
Se sei già registrato inserisci username e password oppure
registrati ora

Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

EDIZIONI LOCALI
Non aprite quelle porte: viaggio nel degrado dei bagni pubblici
Rubinetti rotti, cartacce, assorbenti usati, rifiuti organici di vario tipo,...
GUARDA TUTTE LE NEWS DI ROMA
SEGUICI su facebook
LE NEWS PIÙ LETTE

Fanno sesso nella fontana in pieno giorno: rischiano una multa di 21 euro

​La misteriosa coppia che venne filmata nell'atto di fare sesso dentro una fontana, rischia...

Pordenone, morta per colpa dei capelli: sono rimasti impigliati nel volante

PORDENONE - Caterina, 20 anni, è morta perché i suoi lunghi capelli biondi si sono impigliati...

Uccise anziana, incastrato dal dna: zucchero in bocca per fingere attacco diabete

Ha soffocato l'anziana che lo aveva scoperto a rubare nella propria abitazione, ma

Roma, furto con esplosione nel palazzo. I ladri fanno saltare in aria un bar: 3 feriti, grave 22enne

Un attentato dinamitardo che ha fatto letteralmente esplodere il bar e tremare un'inter palazzina.

Nuove scritte antisemite a Roma minacce e svastiche sui muri tra via Appia e Cola di Rienzo

Svastiche sulle vetrine dei negozi, offese e minacce agli ebrei sui muri della città. L'odio...

CASA
Semplificazione amministrativa per pensioni ex Inpdap e ex Enpals
Procedure unificate, sistemi di pagamento allineati a quelli Inps
Detrazioni fiscali: bonus arredi, occhio agli errori
La nuova agevolazione non spetta per tutti i lavori di recupero
Dichiarazione dei redditi: Unico 2014, ecco le spese detraibili e deducibili
Elenco aggiornato delle voci che permettono di ridurre il "conto"
GUARDA TUTTE LE NEWS
CONSULTA GLI ANNUNCI IMMOBILIARI
IL METEO
CALTAGIRONE EDITORE | IL MATTINO | CORRIERE ADRIATICO | IL GAZZETTINO | QUOTIDIANO DI PUGLIA | LEGGO | PUBBLICITA' CONTATTI | PRIVACY
© 2014 Il MESSAGGERO - C.F. e P. IVA 05629251009