In carcere per un omicidio che non ha commesso: dopo 28 anni McCallum tornerà in libertà

di Simone Pierini
"Ecco la storia di Hurricane, l'uomo che le autorità incolparono per qualcosa che non aveva mai fatto". La cantava Bob Dylan, ricordando la storia di Rubin Carter, il pugile condannato ingiustamente per omicidio e liberato dopo quasi 20 anni.









Lo stesso Hurricane ha sostenuto con forza la storia di David McCallum, da 28 anni in carcere per una crimine che non avrebbe commesso.



Dopo oltre un quarto di secolo la verità sta uscendo a galla e la prossima settimana McCallum potrà tornare a respirare aria di libertà. Lui, insieme a Willie Stuckey, erano stati giudicati colpevoli del rapimento e dell'uccisione di un giovane del Queens nel lontano 1986.



A sostegno della tesi della difesa c'è l'assenza del dna e delle impronte dei due imputati che, tuttavia, confessarono il delitto salvo poi ritrattare immediatamente. Se tutto andrà come previsto mercoledì prossimo McCallum sarà libero, proprio come Hurricane.
Mercoledì 15 Ottobre 2014 - Ultimo aggiornamento: 16-10-2014 10:19

© RIPRODUZIONE RISERVATA
QUICKMAP