ZANARDI

Obiettivo tricolore, nella staffetta di Zanardi lungo tutta Italia c'è il tarquiniese Tiziano Monti

Venerdì 5 Giugno 2020 di Luca Telli
Tiziano Monti
Tremila chilometri, 43 tappe lungo 14 regioni. Dal confine svizzero al tacco d’Italia. Dal 12 al 28 giugno, due settimane per abbracciare luoghi, persone e rinascere insieme. Si chiama “Obiettivo tricolore”, la grande staffetta voluta da Alex Zanardi. 52 gli atleti paralimpici impegnati, tra cui il tarquiniese Tiziano Monti. Campione di handbike che punta alle olimpiadi di Tokyo 2021, riceverà il testimone sabato 20 a piazza Cavour , davanti al museo civico, per portarlo fino alla spiaggia di Fregene.

«Un’emozione e un’occasione per far conoscere la nostra terra –  spiega Monti -. Sarà come stringere un laccio intorno a un Paese ferito e che ancora sanguina. Lo sport può fare molto, può ridare speranza. Non c’è nulla per cui non valga la pena lottare, Alex Zanardi, la sua forza e la sua determinazione ne sono la prova».

Nelle testa degli organizzatori e sulle strade una festa itinerante, che punta a coinvolgere chiunque abbia a cuore questo progetto: dai ciclisti che vorranno accompagnare lungo il percorso i nostri atleti, a tutti gli enti, le amministrazioni e le comunità pronte ad accogliere e celebrare i protagonisti di Obiettivo Tricolore.

La staffetta toccherà alcuni luoghi strategici che permetteranno di incontrare partner e sostenitori che hanno contribuito alla riuscita del progetto che avrà tre partenze differenti, ognuna delle quali comincerà un proprio percorso destinato a unirsi nel cuore dell’Italia prima di proseguire verso la meta. La prima partenza è fissata per venerdì 12 giugno da Luino, sul lago Maggiore.

 Da qui la carovana percorrerà tutta la Lombardia, sconfinerà in Emilia e arriverà a Firenze, in Piazza della Signoria, dove si congiungeranno i tre percorsi e sarà allestito un evento ad hoc il 18 giugno. La seconda partenza, sabato 13, scatterà da Levico Terme in Trentino, passerà Friuli e Veneto e dalla Romagna arriverà a Firenze. La terza, invece, partendo dalla provincia di Cuneo il 16 giugno, passerà per Genova, fino a sbarcare in Toscana. Il 19 giugno, riuniti i testimoni e, idealmente, i tre colori della bandiera, la staffetta riprenderà il proprio viaggio verso il Lazio, valicando gli Appennini, fino ad arrivare al tacco d’Italia, a Santa Maria di Leuca, dove domenica 28 giugno l’ultimo atleta isserà la bandiera simbolo della manifestazione. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani