Al voto per i sindaci; nel Viterbese 18 candidati per 5 Comuni

Lunedì 14 Maggio 2018 di Massimo Chiaravalli
Otto solo a Viterbo. Ma il 10 giugno si vota anche in altri 4 comuni della Tuscia e con questi al totale dei candidati sindaco vanno aggiunti altri 10. Tre a Vallerano, 2 a testa per Sutri e Valentano, e 3 a Vignanello, dove si consuma la stessa spaccatura del Pd di Viterbo: fioroniani da una parte, panunziani dall'altra. Non a caso, forse, il candidato sindaco qui è il marito di Luisa Ciambella, Federico Grattarola (lista Vignanello nel cuore). Ovvero l'attuale presidente del consiglio, nel Comune guidato da Vincenzo Grasselli, unico in corsa nel 2013, che però non ci riprova per la seconda volta.

Il fuoco amico è quello di Enrico Gnisci (Le cose in comune), assessore uscente. Il primo è fioroniano, il secondo panunziano, il che rischia di acuire ancora di più la spaccatura scoppiata nel capoluogo. Bisogna vedere se sarà una clamorosa autodistruzione o se uno dei due riuscirà a spuntarla sul terzo incomodo: Alberto Conti (Cambiavento Vignanello).

Corsa a tre anche a Vallerano: la lista Centrodestra unito e civici a sostegno di Federico Manfredi, quella di centrosinistra con Adelio Gregori, più l'inserimento di Casapound con Jacopo Polidori. Anche qui il sindaco uscente Maurizio Gregori non tenterà il secondo mandato, ma è candidato a consigliere.

A Sutri si contendono la poltrona di Guido Cianti in due. In campo c'è il critico d'arte Vittorio Sgarbi (Rinascimento per Sutri), il 4 marzo rieletto alla Camera, contro il quale si schiera il consigliere di minoranza uscente Lillo Di Mauro (Sutri lista civica Lillo Di Mauro).

Infine Valentano, dove dal 21 luglio scorso c'è il commissario prefettizio, per i problemi di salute che avevano costretto il sindaco Francesco Pacchiarelli a lasciare. Il confronto sarà tra Stefano Bigiotti (Cambia Valentano) e Leonardo Ricci (Vivo Valentano). Ultimo aggiornamento: 19:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA