Il week-end nella Tuscia da Napoleone al folk-jazz e fino a Pasolini: tutto teatro e musica

Caprarola, Palazzo Farnese
di Carlo Maria Ponzi
3 Minuti di Lettura
Venerdì 30 Luglio 2021, 09:10 - Ultimo aggiornamento: 15:46

Teatro, cinema, musica: di tutto di più nell’ultimo week-end di luglio. Venerdì a Ferento, ore 19,45, Nathalie Caldonazzo e Francesco Branchetti (che cura anche la regia) in “Parlami d’amore” di Philippe Claudel. “Il testo – afferma il regista - è straordinario, da un lato, a raccontare una società e una coppia in crisi profonda di valori e di punti di riferimento, dall’altro mostra come sottotraccia possano convivere moltitudini di sentimenti intrecciati, impulsi contrastanti e come sia denso e irto di ostacoli il cammino del dialogo tra uomo e donna”.

Sabato si rimane a Ferento (ore 19,45, area antiche terme) per ascoltare il giornalista Giuseppe Rescifina narrare “Giuseppe Rescifina in “La saga dei Bonaparte, il rifugio di Luciano in Maremma”, ovvero nel principato di Musignano e Canino, dopo i dissapori con il fratello imperatore per via del secondo matrimonio con Alexandrine de Bechampe. Partecipa Mauro Marroni,  biografo di Napoleone.

Ancora sabato, tanta musica. A Tarquinia, necropoli etrusca di Monterozzi, ore 18,30, Pasquale Laino&Giovanni Palombo presentano un progetto che si snoda attraverso la rilettura di brani di diversa estrazione, dal folk-jazz a composizioni originali mediterranee. All’Anfiteatro di Sutri (ore 21, con replica domenica)  “More than gospel soul Odissey”, concerto per coro e solisti, direzione e arrangiamenti Vincenzo De Filippo, basato su rielaborazioni di brani soul e rock eseguiti da un’orchestra di 9 strumentisti, solisti e un coro di 60 elementi.

Domenica 1 agosto, riflettori accesi a piazza San Lorenzo, ore 21, grazie a “Who is me”, tratto dall’incompleta autobiografia di Pier Paolo Pasolini scritta nel 1966 e pubblicata postuma da Enzo Siciliano nel 1980; a cura di Lucia Bendia, con Livia de Romanis al violoncello;

Ma domenica è fissato anche l’esordio della mini rassegna “Spettacoli… di Riserva” nello scenario dell’omonima area dei Monti Cimini. Doppio appuntamento: concerto del mattino, con Susanna Buffa, voce, chitarra e autoharp, e Ludovica Valori, voce, fisarmonica e trombone (appuntamento ore 7 al fontanile Longinotti, località Casaletto, Ronciglione); concerto al tramonto, con “Unavantaluna”, compagnia di musica siciliana in “Isula ranni” (ore 19, del complesso “La Bella Venere”, SP Valle di Vico, Caprarola).

E a proposito di Caprarola: a Palazzo Farnese, domenica, ore 19, la rassegna “Suoni farnesiani” mette in scena il recital dell’arpista Floraleda Sacchi con l’esecuzione della “Metamorphosis” di Philip Glass, l’Andante della seconda sonata per violino di Bach nella versione di Saint-Saëns;  “Dietro l’incanto” e “Oltremare” di Ludovico Einaudi; “Asturias” di Isaac Albéniz.

© RIPRODUZIONE RISERVATA