Covid-19, aumentano i casi con sintomi gravi: 3 i ricoverati a Malattie infettive

Malattie infettive a Belcolle
2 Minuti di Lettura
Lunedì 7 Settembre 2020, 10:43 - Ultimo aggiornamento: 19:05

Il virus continua giorno per giorno la risalita. E, soprattutto, aumentano i contagiati per i quali è necessario il ricovero. Se, quindi, i casi da rientro nelle prime settimane erano per la maggioranza asintomatici, ora aumentano i pazienti con sintomatologia grave. Come l’uomo 50enne arrivato l’altro ieri da Acquapendente al Pronto soccorso di Belcolle con sintomi importanti e che ora si trova ricoverato a Malattie infettive. Nel reparto, attualmente, risultano 3 persone in cura, mentre una quarta è ospitata in una struttura sanitaria extra Asl. 

Il virus continua a colpire: 4 nuovi casi tra Viterbo, Nepi e Acquapendente. 1 è della Viterbese

Oltre al cittadino aquesiano, ieri sono stati scoperti altri 3 casi: 2 a Viterbo (di cui un altro tesserato della U.S. Viterbese 1908 e l’ennesimo contagiato legato a rientri dalla Sardegna che hanno provocato un focolaio di una decina di persone) e 1 a Nepi, un cittadino che lavora fuori provincia.

Con i nuovi casi di ieri, salgono a 559 i contagiati nel Viterbese dall’inizio della pandemia. Di questi, 74 hanno ancora il virus in circolo (70 stanno trascorrendo la convalescenza in casa), ma a loro vanno aggiunti i due richiedenti asilo ospiti del centro di accoglienza di Orte, che risultano positivi ormai da oltre un mese. Nella giornata di ieri non si sono verificati nuovi casi di guarigione dal Covid-19.

Dall’inizio dell’emergenza, nella provincia di Viterbo sono stati effettuati 22859 tamponi, di cui 228 nelle ultime 24 ore. Nuovo boom di quarantena, mai così alte da mese: ad oggi 381 cittadini sono in isolamento domiciliare fiduciario, mentre ieri era 368. Da marzo a oggi, 4.784 hanno invece concluso il periodo di isolamento.
Prosegue nella Tuscia l’indagine di sieroprevalenza avviata dalla Regione Lazio. Entro la giornata di sabato i laboratori analisi di Belcolle e di Civita Castellana hanno refertato 7.442 test sierologici. Di questi, 119 hanno dato esito positivo, con un indice di prevalenza dell’1,60%. Dall’inizio dell’indagine, però, solo due sono i casi accertati di positività al Covid-19, rivelati dopo l’esecuzione del tampone. Continua anche l’attività di screening della Asl sul personale della scuola. Nel Viterbese sono 2350 le adesioni arrivate (su un numero stimato di 5600 figure professionali presenti negli istituti scolastici) alla campagna voluta dalla Regione Lazio. Sinora, sono stati eseguiti oltre la metà dei test seriologici preventivati con risultati che fanno tirare un sospiro di sollievo in vista del ritorno in aula di migliaia di studenti, previsto per lunedì prossimo: solo una decina i sierologici positivi ma, appunto, tutti negativi al successivo tampone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA