Viterbo, uomo di Tarquinia si impicca
in garage. Suicidio inspiegabile

Mercoledì 29 Gennaio 2014
VITERBO - Tragedia ieri pomeriggio a Tarquinia. Giancarlo Vallesi, un disoccupato di 61 anni, si è impiccato nel garage di un appartamento in via San Fortunato, al centro storico, poco distante dal palazzo comunale della cittadina del litorale.

A trovare il corpo dell'uomo sono state la sorella e la madre 95enne che, non vedendolo rientrare a casa, sono scese al piano di sotto facendo la macabra scoperta. Giancarlo Vallesi ha passato una corda alla trave del garage e si è lasciato andare. Inutili i tentativi di soccorso del 118, i medici non hanno potuto far altro che constatarne la morte. Un gesto disperato sul quale i parenti immersi nel dolore si stanno interrogando. L'uomo non ha infatti lasciato nessun biglietto che spiegasse la causa del disperato gesto.

In paese era sopranominato “l'introverso”, per il suo carattere chiuso, poco socievole. Da un po' di tempo infatti non usciva più di casa, dove viveva assieme all'anziana madre. Per i carabinieri della stazione locale la morte è per autolesionismo, dunque non è stata aperta nessuna indagine. Espletate le formalità di rito la salma è stata trasportata all'obitorio dell'ospedale a disposizione dei familiari.

L'uomo, celibe e senza figli, oltre alla mamma e una sorella lascia anche un fratello Ultimo aggiornamento: 15:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il marito della sindaca e la tv: «L’unico Matteo è nostro figlio»

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma