Talete, prime scosse nel cda: si dimette Stella: «Posizioni divergenti, spero che il mio gesto aiuti»

Mercoledì 13 Gennaio 2021 di Massimo Chiaravalli

Talete, prime scosse telluriche pesanti in vista della decisione dei sindaci domani sull'aumento delle bollette. Si è infatti dimessa dal cda Antonella Stella, dopo un anno e mezzo di insediamento.

Stella ha deciso di chiudere qui la sua esperienza motivandola in maniera articolata. Due i fattori: il primo è dovuto alle «mutate valutazioni dei soci sulla attuale gestione della Talete - dice - con condizioni profondamente variate rispetto alle decisioni assunte nel 2019 che portarono all'insediamento di questo cda, e dalle quali ho maturato una sensazione di sfiducia e/o di distacco da parte della proprietà».

L'altro consiste nelle «difficoltà che ho incontrato all'interno del consiglio e con la direzione, nell'assumere decisioni che spesso mi hanno trovato in contrasto o in posizioni sensibilmente divergenti. Non so quanto tale scelta possa contribuire a migliorare la situazione della società, ma spero rappresenti un aiuto per un percorso che possa efficientare la governance ed il rapporto fra chi è deputato alla gestione e chi agli atti di indirizzo e controllo».

Stella ringrazia infine i soci, quanti  hanno contribuito alla sua nomina «e chi mi hanno dato la possibilità di vivere questa esperienza, oltre a tutti i dipendenti, con i quali ho collaborato in questo anno e mezzo e conosciuto di persona, che rappresentano il più importante patrimonio della società e che garantiscono alla maggioranza degli abitanti della provincia di Viterbo un servizio efficiente - conclude - pur con le note difficoltà economiche e finanziarie che si protraggono ormai da molti anni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA