Scommesse online per ripulire le carte di credito, banda in carcere: tutti assolti

Tribunale di Viterbo
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 7 Luglio 2021, 06:30 - Ultimo aggiornamento: 13:03

Scommesse online per ripulire le carte di credito, tutti assolti. Il 19 febbraio 2013 il Nucleo polizia tributaria di Roma eseguì 31ordinanze di custodia cautelare in carcere relative a indagini delegate dalla Procura della Repubblica di Viterbo. Si tratta della operazione Transilvania Games, che portò in cella una banda di romeni. Secondo gli inquirenti si trattava di un’associazione a delinquere finalizzata all’uso fraudolento di mezzi di pagamento, frode informatica, riciclaggio e ricettazione.

L’associazione che era specializzata nella clonazione di carte di credito, utilizzando il sistema del phishing, ovvero sottraendo informazioni personali a utenti della rete. Più di 300 le persone sparse un po’ in tutta Italia, le vittime cui sono stati rubati i dati. Le indagini, furono seguite dai finanzieri del nucleo di polizia tributaria di Roma, ma la maggior parte degli arrestati abitava a Viterbo e provincia, specialmente nell’hinterland di Civita Castellana. Gli imputati, anche per l’arrivo puntuale della prescrizione, sono stati tutti assolti dall’accusa di associazione a delinquere e per tutti quei reati per cui non era stata sporta denuncia da parte delle vittime.

La Procura aveva chiesto pene fino a 5 anni di carcere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA